Premio Innovazione Amica dell’Ambiente, al via le selezioni

C’è tempo fino al 15 settembre per partecipare alla sedicesima edizione del riconoscimento nazionale ideato da Legambiente e rivolto all’innovazione tecnologica, ambientale e sociale di impresa. Ecco tutte le novità

Locandina Premio Innovazione Amica Dell'ambiente

Al via le selezioni per la sedicesima edizione del Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente, il riconoscimento nazionale ideato da Legambiente e rivolto all’innovazione tecnologica, ambientale e sociale di impresa. Per partecipare c’è tempo fino al 15 settembre, giorno della scadenza del bando.

Il Premio

Il Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente è un riconoscimento annuale destinato a tutte quelle innovazioni di prodotto, di processo, di servizio, tecnologiche, gestionali e sociali, che dimostrano di contribuire a significative riduzioni degli impatti ambientali, a considerevoli rafforzamenti della resilienza agli effetti del cambiamento climatico e che si segnalano per originalità, replicabilità e potenzialità di sviluppo. Suo obiettivo è creare un contesto favorevole alla ricerca e contribuire alla diffusione di buone pratiche orientate alla sostenibilità ambientale, valorizzando quelle realtà che sappiano raccogliere le sfide dell’ambiente come valore e opportunità irrinunciabile di sviluppo economico e sociale.

Chi può partecipare

Al Premio si può partecipare gratuitamente. Il concorso è rivolto alle start up ancora non costituite e a quelle iscritte al registro delle imprese, agli spin off universitari o aziendali. La condizione vincolante è che tutte queste realtà abbiano la sede legale in Italia. Hanno priorità le candidature di soggetti il cui rappresentante legale (o l’età media dei funder) abbia un’età inferiore o pari ai 35 anni al momento dell’iscrizione. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito www.legambienteinnovazione.org

Le novità dell’edizione 2019

Per la prima volta, il premio sarà dedicato interamente alle start up e agli spin off a vocazione ambientale e sociale. In quest’ottica, il bando 2019 punta a intercettare iniziative, interventi, piani, progetti che facciano riferimento al rispettivo Sustainable Development Goal in accordo con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. I settori a cui guarda il Premio sono: agricoltura e filiere agro-alimentari; mobilità sostenibile; smart cities and communities; aree interne in rete; economia circolare; sistemi e comunità energetiche. Il filo conduttore dell’edizione di quest’anno sarà la lotta ai cambiamenti climatici, con un focus specifico dedicato all’analisi di come le innovazioni e le nuove applicazioni possano contribuire a preservare il pianeta e il suo ecosistema.

La giuria

La giuria che assegnerà il Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente sarà composta da Legambiente Onlus, Fondazione CARIPLO, Fondazione CON IL SUD, Fondazione Global Impact Italia, Fondazione SODALITAS, Fondazione UPS, Fondazione Riuso, Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Conai, Kyoto Club, Bocconi, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano – Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali e Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali.

Ultra Boost