martedì 26 Ottobre 2021

Acquista

Login

Registrati

Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente: bando in scadenza

Il Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente, giunto quest’anno alla diciassettesima edizione, è stato il primo riconoscimento nazionale rivolto all’innovazione d’impresa e autorità locali in campo ambientale, sfida nella quale si gioca la competitività, l’attrattività e il benessere di città e territori. La partecipazione è gratuita e l’ultimo giorno utile per aderire è il 30 settembre.


Innovazioni d’eccezione sono state individuate e premiate nel corso delle varie edizioni: la poltrona Herman Miller, nel 2004, per essere riciclabile al 96%, Car2Go, nel 2012, in qualità primo servizio mondiale di car-sharing a flusso libero, Energika Electrosystem per aver concentrato le sue forze nel settore della ricerca e sviluppo di tecnologie non convenzionali nel fotovoltaico con i suoi pannelli flessibili, nel 2015, fino ad arrivare all’ultima edizione con Beeing per aver ideato B-box, un’arnia innovativa che permette di estrarre il miele senza entrare in contatto con le api e che consente di produrre miele anche sul terrazzo.

Legambiente, ideatrice e promotrice del concorso, ha individuato nelle Start up, negli Spin off universitari e aziendali e nelle Piccole Medie Imprese a vocazione ambientale e sociale, i destinatari di questa edizione in quanto fautori di un modello alternativo di sviluppo.

Il bando è diretto a tutte quelle iniziative, interventi, piani e progetti che si inseriscono nel quadro dell’Agenda ONU 2030, e che hanno come scopo il raggiungimento dei 17 Obbiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi a livello globale.

I campi di intervento per raggiungere un modello di società sostenibile sono molteplici, e quelli considerati dal bando sono sei: Agricoltura e Filiere Agro-alimentari; Mobilità sostenibile; Digital green, Comunità in rete, dai piccoli Comuni alle Smart Cities; Economia circolare; Ecodesign; Transizione energetica.

Il premio è destinato a quelle innovazioni di prodotto, processo o servizio, di tipo tecnologico, gestionale o sociale, che contribuiscano a una significativa riduzione degli impatti ambientali, al rafforzamento della resilienza agli effetti del cambiamento climatico e si caratterizzano per originalità, replicabilità e potenzialità di sviluppo.
Ogni progetto verrà valutato da un panel di esperti che nomineranno i vincitori e le altre realtà degne di menzione. Fra i criteri per determinare l’aggiudicazione del premio si annoverano: la riduzione dei rifiuti prodotti lungo l’intero ciclo di vita, gli effetti positivi sulle matrici ambientali e sulla biodiversità, la capacità dell’innovazione di modificare le modalità di acquisto o consumo, il suo potenziale impatto sul sistema produttivo, e sui consumi in generale, la generazione di benefici misurabili per il miglioramento della qualità della vita delle comunità locali (recupero e riuso dei beni, welfare di comunità, ripristino di aree degradate); la capacità di comunicare in modo creativo ed efficace le informazioni sulle proprie prestazioni sociali ed ambientali.

Quest’anno, oltre ad assegnare il premio di 3.000 euro alle realtà che valorizzano questi obiettivi e qualità in maniera eccellente, verrà garantita un’assicurazione su misura per la realtà più meritevole da parte di Groupama Assicurazioni, partner per questa edizione del Premio.

Per informazioni, bando e iscrizione https://www.legambienteinnovazione.org/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

“I mercati del carbonio non sono progettati per ridurre le emissioni”. L’intervista a Larry Lohmann

Il ricercatore dell’organizzazione britannica The Corner House spiega i limiti dei meccanismi di finanziarizzazione della natura

Diritti umani e dell’ambiente, dal non profit nasce la campagna “Impresa 2030”

Ben 16 milioni di persone sottoposte a forme moderne di schiavitù lungo le filiere produttive. Le organizzazioni di categoria propongono una norma di due diligence che imporrà alle imprese di adottare pratiche efficaci nel garantire il rispetto dei diritti umani e degli ecosistemi

Ecomondo e Key energy, dove passa la transizione ecologica dell’Italia

Alla Fiera di Rimini fino al 29 ottobre appuntamenti in presenza e in digitale per rimettere in connessione il mondo della pubblica amministrazione, quello finanziario e imprenditoriale

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“I mercati del carbonio non sono progettati per ridurre le emissioni”. L’intervista a Larry Lohmann

Il ricercatore dell’organizzazione britannica The Corner House spiega i limiti dei meccanismi di finanziarizzazione della natura

Diritti umani e dell’ambiente, dal non profit nasce la campagna “Impresa 2030”

Ben 16 milioni di persone sottoposte a forme moderne di schiavitù lungo le filiere produttive. Le organizzazioni di categoria propongono una norma di due diligence che imporrà alle imprese di adottare pratiche efficaci nel garantire il rispetto dei diritti umani e degli ecosistemi

Tutte le strade portano a Glasgow

Gli anni da qui al 2030 saranno cruciali per contenere l’aumento della temperatura media globale entro 1,5 °C. Ecco perché la Cop26 deve essere il vertice dell’azione per combattere la crisi climatica

Centro Italia, prorogati i termini della campagna Alleva la speranza +

Continua l’impegno di Enel e Legambiente a favore delle aree terremotate. Fino al 30 novembre sulla piattaforma Planbee sarà possibile sostenere allevatori, allevatrici e imprenditori locali del turismo sostenibile, aiutandoli a realizzare il loro progetto di rinascita

Nascono gli ortofrutteti solidali

Accade in Sicilia, a Modica e Catania, grazie a un progetto ideato da AzzeroCO2. Privati, aziende, associazioni di volontariato e cooperative sociali insieme per rigenerare i territori e tutelare la biodiversità
Ridimensiona font
Contrasto