giovedì 25 Febbraio 2021

Acquista

Login

Registrati

Post terremoto, inaugurate due nuove stalle ad Ussita e Amatrice grazie ad Alleva la speranza

Amelia Nibi, azienda agricola Casale Nibbi
Amelia Nibi insieme a suo fratello Giuliano a sinistra, e il suo collaboratore Luciano davanti alla stalla inaugurata

Cerimonia di inaugurazione di due stalle oggi a Ussita e ad Amatrice, dove sono state consegnate a Silvia Bonomi e ad Amelia Nibi, e affisse nelle due strutture nuove, le targhe di Alleva la Speranza con i ringraziamenti ai donatori che hanno sostenuto in modo più significativo la ricostruzione dei ricoveri per i loro animali. “Ci avete ridato speranza – spiega Silvia – in un momento molto duro. A più di 3 anni dal terremoto la ricostruzione è una chimera. Ma questa stalla nuova è il primo passo per noi per ricominciare: oggi le mie pecore non sentono più freddo e non temono altre scosse”.

Silvia Bonomi, Alleva la speranza
Silvia Bonomi con il suo compagno Riccardo, nella stalla appena inaugurata

Silvia infatti vuole fare della sua stalla per le pecore sopravissane, una specie preziosa a rischio scomparsa, il fulcro di nuovi progetti. Dall’educazione ambientale fino alla creazione di un museo della lana a Montefortino. Non dimenticando mai la comunità a cui appartiene. “Da queste parti, nell’area del cratere, ci sono tante donne rimaste senza lavoro, vogliamo attivare una piattaforma in cui possano vendere tramite e-commerce i loro capi, da cappelli a sciarpe ad interi vestiti, filati a mano con lana di pecora sopravissana”.

Amelia invece continua a girare l’Italia con i prodotti della sua azienda interamente biologica Casale Nibbi: “Questa fase per queste zone è la più difficile – spiega – ma noi non ci siamo mai fermati neanche dopo il 24 agosto. Non ce lo potevamo permettere. E’ vero quello che ci dicono che il terremoto non finisce mai di colpire, oggi anche psicologicamente dopo tre anni di stallo nella ricostruzione. Questa stalla è un piccolo segnale di rinascita in questi luoghi”.

Silvia e Amelia sono le prime due allevatrici che hanno beneficiato della campagna di crowdfunding di Legambiente ed Enel, sviluppata sulla piattaforma PlanBee, per sostenere le imprese del centro Italia dopo il terremoto del 2016. “Insieme a loro abbiamo sviluppato progetti di raccolta fondi per altre 6 imprenditrici e imprenditori che hanno scelto di continuare a lavorare nelle loro terre, contribuendo così a tenere vive le comunità in cui vivono – ha dichiarato Enrico Fontana, della segreteria nazionale di Legambiente e responsabile della campagna- ed è importante il sostegno ricevuto da cittadini, imprese consorzi, associazioni e gruppi di acquisto solidali. Grazie alle loro donazioni e al contributo di Enel e Legambiente oggi Silvia e Amelia hanno una ragione in più per continuare a resistere, in una situazione difficile anche per i ritardi nella ricostruzione”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Nasce l’Osservatorio indipendente sul Piano nazionale di ripresa e resilienza

A lanciare l'iniziativa sono un gruppo di organizzazioni della società civile che chiedono al Governo Draghi pieno coinvolgimento nella definizione del Pnrr. Tra queste c'è anche Legambiente

Cambiamenti climatici, in Europa ogni anno danni per 12 miliardi di euro

La cifra potrebbe aumentare addirittura a 170 miliardi nel caso in cui le temperature dovessero aumentare ulteriormente. La Commissione Ue vara una strategia di adattamento con la creazione di un nuovo osservatorio sul clima e la salute

Ecoforum Basilicata 2021

Le sfide dell'economia circolare

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Volontariato in tempi di pandemia, le nuove proposte di Legambiente

Imprese e Terzo Settore insieme per la sostenibilità ambientale. Il 23 febbraio il 7° workshop: tutela dell'ambiente, valori sociali e solidarietà. Nasce la “carta d'identità del volontariato aziendale”

Emissioni, per raggiungere target Ue bisogna decarbonizzare caldaie e riscaldamenti

La campagna #Coolproducts con Legambiente e Kyoto Club: servono nuove etichette energetiche e target più ambiziosi già a partire dal 2023

Gli scienziati all’UE: “No alle gabbie negli allevamenti”

Più di 140 scienziati, tra cui la primatologa Jane Goodall, hanno firmato la lettera conto le gabbie indirizzata alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen

Cobalto in Congo, mai più schiavi delle risorse

Buona parte del cobalto che alimenta i nostri pc portatili si trova in Repubblica Democratica del Congo, dove ieri sono stati uccisi il nostro ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista. Eppure il Paese rimane uno dei più poveri del pianeta

“Il mare è fonte di vita”. L’intervista a Nicola Sammarco, ideatore di Nicopò

La prima serie animata in cui l’entertainment incrocia i temi ambientali. Sullo sfondo Taranto, i fantasmi dell'Ilva e il sogno di cambiare la città
Ridimensiona font
Contrasto