Post terremoto, inaugurate due nuove stalle ad Ussita e Amatrice grazie ad Alleva la speranza

Silvia Bonomi e Amelia Nibi sono le prime due allevatrici che hanno beneficiato della campagna di crowdfunding di Legambiente ed Enel, sviluppata sulla piattaforma PlanBee. Un’iniziativa per sostenere le imprese del centro Italia dopo il sisma del 2016

Amelia Nibi, azienda agricola Casale Nibbi
Amelia Nibi insieme a suo fratello Giuliano a sinistra, e il suo collaboratore Luciano davanti alla stalla inaugurata

Cerimonia di inaugurazione di due stalle oggi a Ussita e ad Amatrice, dove sono state consegnate a Silvia Bonomi e ad Amelia Nibi, e affisse nelle due strutture nuove, le targhe di Alleva la Speranza con i ringraziamenti ai donatori che hanno sostenuto in modo più significativo la ricostruzione dei ricoveri per i loro animali. “Ci avete ridato speranza – spiega Silvia – in un momento molto duro. A più di 3 anni dal terremoto la ricostruzione è una chimera. Ma questa stalla nuova è il primo passo per noi per ricominciare: oggi le mie pecore non sentono più freddo e non temono altre scosse”.

Silvia Bonomi, Alleva la speranza
Silvia Bonomi con il suo compagno Riccardo, nella stalla appena inaugurata

Silvia infatti vuole fare della sua stalla per le pecore sopravissane, una specie preziosa a rischio scomparsa, il fulcro di nuovi progetti. Dall’educazione ambientale fino alla creazione di un museo della lana a Montefortino. Non dimenticando mai la comunità a cui appartiene. “Da queste parti, nell’area del cratere, ci sono tante donne rimaste senza lavoro, vogliamo attivare una piattaforma in cui possano vendere tramite e-commerce i loro capi, da cappelli a sciarpe ad interi vestiti, filati a mano con lana di pecora sopravissana”.

Amelia invece continua a girare l’Italia con i prodotti della sua azienda interamente biologica Casale Nibbi: “Questa fase per queste zone è la più difficile – spiega – ma noi non ci siamo mai fermati neanche dopo il 24 agosto. Non ce lo potevamo permettere. E’ vero quello che ci dicono che il terremoto non finisce mai di colpire, oggi anche psicologicamente dopo tre anni di stallo nella ricostruzione. Questa stalla è un piccolo segnale di rinascita in questi luoghi”.

Silvia e Amelia sono le prime due allevatrici che hanno beneficiato della campagna di crowdfunding di Legambiente ed Enel, sviluppata sulla piattaforma PlanBee, per sostenere le imprese del centro Italia dopo il terremoto del 2016. “Insieme a loro abbiamo sviluppato progetti di raccolta fondi per altre 6 imprenditrici e imprenditori che hanno scelto di continuare a lavorare nelle loro terre, contribuendo così a tenere vive le comunità in cui vivono – ha dichiarato Enrico Fontana, della segreteria nazionale di Legambiente e responsabile della campagna- ed è importante il sostegno ricevuto da cittadini, imprese consorzi, associazioni e gruppi di acquisto solidali. Grazie alle loro donazioni e al contributo di Enel e Legambiente oggi Silvia e Amelia hanno una ragione in più per continuare a resistere, in una situazione difficile anche per i ritardi nella ricostruzione”.