Pmi sul web per abbattere i costi

La ricerca è per abbattere i costi di luce e gas. Il risparmio può arrivare a superare i 2.300 euro annui

Sul web per abbattere i costi di acqua e luce. La percentuale di piccole e medie imprese che hanno cercato online informazioni su nuovi contratti di fornitura elettrica è aumentata del 47% e addirittura del 48% per ciò che riguarda la fornitura di gas. Questo quanto emerso dallo studio condotto da Facile.it tra Settembre 2017 e Marzo 2018.

Ad incentivare questo fenomeno è il grosso risparmio conseguibile che, per un’ipotesi di consumo pari a 10.000 Kwh/annui per l’energia elettrica e a 5.000 Smc per il gas, può arrivare a superare i 2.300 euro all’anno. Questi i dati acquisiti alla luce dell’analisi realizzata dal comparatore su un campione di circa 20.000 richieste raccolte nell’ultimo semestre.

Analizzando i dati a livello territoriale sono le aziende romane, milanesi e torinesi quelle più attive nella ricerca online di un nuovo fornitore di luce e gas. La Sicilia è l’unica regione italiana a piazzare ben 2 province fra le prime 10 (Palermo al settimo posto e Catania al nono).