sabato 19 Giugno 2021

Acquista

Login

Registrati

Plastiche, prezzi in aumento. Ma la crisi premierà i lungimiranti

Sono davvero molte le aziende che hanno subito un contraccolpo a causa dell’aumento del costo delle materie prime plastiche. Ma alcune realtà hanno saputo cogliere le opportunità per rilanciarsi

Sacchetti e pattumiere, teli per pacciamatura da usare nei campi e bottiglie per acqua e bibite. Sono davvero molte le aziende che hanno subito un contraccolpo a causa dell’aumento del costo delle materie prime plastiche. E tutto ciò si è riverberato in modo negativo sulla produzione e i margini di guadagno di molti prodotti di uso quotidiano. Il costo del Polipropilene e del Polietilene vergine è ad esempio quasi raddoppiato tra aprile 2020 e il marzo scorso (passando da meno di 1000 dollari a tonnellata a quasi 1900 dollari). In più si è registrata una notevole difficoltà di reperire materia prima.

Ma in ogni crisi c’è un’opportunità. Alcune aziende l’hanno saputa cogliere. Come? Con un pizzico di lungimiranza e guardando per tempo al mercato delle materie prime seconde. “I notevoli sviluppi ed investimenti da parte della filiera del riciclo delle plastiche consentono ora di raggiungere notevoli performance di resistenza e durabilità, anche con plastiche derivanti dalla raccolta differenziata”. A confermarlo è Luca Torresan, direttore commerciale di Sartori Ambiente, una delle imprese che utilizza per la propria produzione percentuali di materia rigenerata superiori al 70% arrivando alla quasi totalità nel caso ad esempio delle compostiere, nate fin dall’origine per essere realizzate in polimero riciclato. “Questa scelta strategica, fatta ormai oltre un decennio fa, ci sta ripagando degli sforzi e dimostra che la possibilità di sganciarsi dal mercato delle materie prime vergini è più che concreta”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Articoli correlati

Traffico illecito di rifiuti: 29 arresti in Calabria

Custodia cautelare in carcere per quindici degli indagati, domiciliari per gli altri. L'operazione diretta e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

La siccità rischia di essere “la prossima pandemia”

Ad affermarlo è l'Onu in un nuovo report. Almeno 1,5 miliardi di persone sono state direttamente colpite in questo secolo con un costo stimato di 124 miliardi di dollari

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

“Tra le pagine del mare”, il concorso letterario che racconta le località costiere italiane

L'iniziativa è organizzata dall’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, in collaborazione con Primiceri Editore. Saranno selezionati brevi racconti inediti, ambientati nei centri del nostro Paese affacciati sul mare

Dal 18 al 27 giugno il Decrescita Felice Bike Tour 2021

La manifestazione è alla sua sesta edizione. Un percorso di 300 km a tappe per amanti delle due ruote organizzato da Movimento per la Decrescita Felice e Altri Mondi Bike Tour

Roma, il Festival circolare alla Città dell’altra economia

Dal 16 al 18 giugno in mostra i protagonisti e le esperienze del progetto di educazione alla cittadinanza globale “Metti in circolo il cambiamento”. Spazio alle tredici idee vincitrici e alle esperienze di imprenditoria circolare

Sos tartarughe marine

Legambiente lancia un numero unico per raccogliere le segnalazioni di tracce o di piccoli di tartaruga sui litorali italiani. Un invito a mobilitarsi in modo semplice, inviando un messaggio whatsApp o un sms al 349 2100989
Ridimensiona font
Contrasto