domenica 19 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Pittura e materiali edili sversati a Punta Campanella

Punta Campanella inquinamento

Aveva ripreso solo da qualche settimana la sua attività al servizio di una ditta edile, dopo il lockdown causato dal Coronavirus. E ha pensato bene di sversare direttamente in mare la pittura bianca e materiali di scarto edile con i quali stava ristrutturando un’abitazione a pochi metri dalla spiaggia a Massa Lubrense, nel cuore del Parco Marino di Punta Campanella.

L’ episodio, accaduto il 5 maggio scorso, segnalato con foto e video, aveva suscitato un certo clamore. Una enorme macchia bianca, addirittura anche un pennello, galleggiava nel trasparente e pulito mare in località San Montano, nei pressi del porticciolo di Marina Lobra. Le immagini avevano fatto il giro dei social e di diversi giornali locali della penisola sorrentina e della provincia di Napoli. La Capitaneria di Porto è allora intervenuta e dopo 15 giorni di indagine ha individuato il colpevole. Un operaio di una ditta edile della zona. Che ora è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata.

“Le attività di controllo e vigilanza sul litorale di competenza continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni – ha dichiarato il Capitano di Fregata Ivan Savarese, comandante della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia – La Direzione Marittima di Napoli ha pianificato una serie di pattugliamenti in tutta la Campania al fine di tutelare l’ambiente e l’ecosistema marino, che proprio in questo periodo ha visto un miglioramento dello stato delle acque a seguito del lockdown.”

Anche il presidente e il direttore del Parco Marino di Punta Camapnella, Michele Giustiniani e Antonino Miccio, sottolineano l’importanza dei controlli post lockdown e la necessità di punire in modo esemplare chi continua a devastare l’ambiente marino.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Articoli correlati

Sicilia Carbon Free: la presentazione del Rapporto Isole Sostenibili

Energia, acqua, economia circolare, mobilità: le sfide per le isole minori italiane tra cambiamenti climatici e pressione turistica. Appuntamento oggi, sabato 18 settembre, alle 9.30 allo Stabilimento Florio di Favignana, oppure in diretta su questa pagina e su La Nuova Ecologia con la seconda tappa di Sicilia Carbon Free

Commercio illegale di idrofluorocarburi, disponibile il rapporto ufficiale dell’Environmental Investigation Agency

I gas refrigeranti inquinano come emissioni di gas serra di più di 6,5 milioni di automobili in un anno. E la Romania rimane in silenzio / Leggi qui il rapporto dell'EIA

Attivismo giovanile, arriva lo Youth climate meeting Lazio

Appuntamento a sabato 18 settembre 2021, alle ore 16.00 presso il Parco della Garbatella a Roma

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Commercio illegale di idrofluorocarburi, disponibile il rapporto ufficiale dell’Environmental Investigation Agency

I gas refrigeranti inquinano come emissioni di gas serra di più di 6,5 milioni di automobili in un anno. E la Romania rimane in silenzio / Leggi qui il rapporto dell'EIA

Attivismo giovanile, arriva lo Youth climate meeting Lazio

Appuntamento a sabato 18 settembre 2021, alle ore 16.00 presso il Parco della Garbatella a Roma

Punta Campanella, nate 82 tartarughe marine sulla spiaggia di Maiori

Con questa schiusa, la conta dei nidi di Caretta caretta in Campania sale a quota 52. Un anno da record storico

I Comuni al centro della pianificazione urbana nella sfida all’emergenza climatica

Se ne parla il 17 settembre a Campi Bisenzio a un convegno organizzato da Legambiente nell'ambito del Festival dell'Economia Civile

Venezia78, il premio Green Drop Award al film “Il Buco” di Michelangelo Frammartino

A premiare le produttrici Piera Boccacciaro e Chiara Cerretini è stato Lino Banfi, che ha ricevuto la Goccia Blu insieme a Ronn Moss
Ridimensiona font
Contrasto