Pasqua meno “crudele” con il menu Lav

E’ un tradizionale pranzo, “senza rinunciare al gusto”, quello che la scuola di alta cucina fondata dallo chef Simone Salvini propone / Pasqua, vincono i piatti “contadini”

menu veg pasquale

Una Pasqua “meno ‘crudele'” che lascia “vivere gli agnelli” grazie a un menù vegano che ‘Funnyveg academy’ ha ideato per la Lav, la Lega antivivisezione con ricette diverse che è possibile trovare sul sito ad hoc.

E’ un tradizionale pranzo pasquale, “senza rinunciare al gusto”, quello che la scuola di alta cucina fondata dallo chef Simone Salvini propone: 100% veg, si chiama “uova di frutta secca” a sorpresa, a base di mandorle e anacardi che magicamente si trasformano in gustosissimo formaggio vegan, seguite dal “Raggio di primavera”, un omaggio alla tradizionale pasta fresca, con verdure, per concludere con un secondo trasformista, il “Seitan stonnato”; per finire in dolcezza un “dolce a tre strati” al cioccolato.

“Un menu che conferma, ancora una volta, come sia possibile conciliare gusto e sensibilità per gli animali – commenta Paola Segurini, responsabile Lav Area scelta vegan – la cucina a base 100% vegetale è in grado di soddisfare il palato in qualunque occasione. La cucina vegana è pratica, semplice, e alla portata di tutti. I numeri parlano chiaro, vegetariani e vegani sono oggi il 3% della popolazione italiana, a conferma di come questa scelta alimentare stia cominciando ad avere il riconoscimento che merita”. Ma – osserva la Lav – “ciò nonostante ogni anno, purtroppo, sono circa 500 mila gli animali macellati nel periodo pasquale”. “Nelle ultime settimane – prosegue Segurini – con la campagna ‘Let it beee’ e i relativi flash mob danzanti, i nostri volontari hanno mostrato quanto sarebbe felice la vita di agnelli e capretti se potessero continuare a belare e a correre nei prati. Il futuro inizia con gesti solidali ed empatici, e noi continueremo la nostra opera di sensibilizzazione affinché si raggiunga la quota zero di animali macellati”.