Parigi, la protesta dell’uomo sull’albero: “Contro il disboscamento in Francia”

Thomas Brail, ha 45 anni ed è un arborista-scalatore e giardiniere di professione. Da quasi 20 giorni vive a 15 metri di altezza su un platanoproprio davanti al ministero dell’Ambiente

Thomas Brail sull'albero
 
Una  nuova Julia Butterfly Hill, stavolta però è un uomo e non è americano bensì europeo. Si chiama Thomas Brail, ha 45 anni ed è un arborista-scalatore e giardiniere di professione. Da quasi 20 giorni vive a 15 metri di altezza su un platano di Parigi proprio davanti al ministero dell’Ambiente in segno di protesta contro l’abbattimento degli alberi disposto dal sindaco del suo Comune, Condom.
“Non scenderò finché non sarà ritirata la decisione di abbattere i 25 platani ultracentenari di Condom e finché non si tuteleranno tutti gli alberi del Paese a rischio abbattimento. Il primo cittadino – accusa – non rispetta il Codice ambientale, incluso uno degli articoli,  che vieta l’abbattimento di alberi, a condizione che siano in buona salute e non presentino alcun pericolo”. Brail chiede perciò l’intervento del ministro dell’Ambiente Elisabeth Borne.
Non è alla sua prima protesta di questo tipo. In primavera era salito su un albero a Mazamet, nel cuore della Montagne Noire e del Parco Naturale Regionale dell’Alta Linguadoca, ed è riuscito a salvare dall’abbattimento sette platani di 200 anni. Dalle 6 del 28 agosto è salito sull’albero parigino, dopo che il sindaco del suo paese, Condom, si è rifiutato di riceverlo.