sabato 4 Dicembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Pane vecchio fa birra buona: la start up antispreco

Dal mensile di luglio-agosto – Deve il suo nome al tipico pane piemontese fatto di farina di grano tenero, acqua, lievito di birra e sale. Si tratta della birra Biova il cui elemento fondamentale è il pane invenduto. La birra al momento è solo uno dei progetti in cantiere di Biovaproject, una start up frutto delle idee di giovani imprenditori piemontesi. Il loro progetto ambizioso di economia circolare si concretizza in un prodotto che mira al recupero di cibo, riducendo il consumo di materie prime ed energia. Per ogni cotta ci sono oltre 150 kg di pane che altrimenti andrebbe perso, con un notevole risparmio di materie prime utilizzate (150 kg di malto d’orzo). Basti pensare che, secondo le stime, in Italia ogni giorno si sprecano circa 13.000 quintali di pane, sia nei punti vendita che nelle nostre case. Uno degli slogan di Biova rende chiara l’idea di base che si cela dietro il progetto: “anche il pane migliore invecchia, a meno che non diventi birra”.

Da un punto di vista ambientale, ogni 2.500 litri di birra prodotta con l’impiego di 150 kg di pane recuperato, si ha anche un risparmio di circa 1.365 kg di CO2. Biova è un progetto in continua evoluzione, aperto a tutti e a cui si può aderire acquistando e distribuendo il prodotto, come sta avvenendo in diversi supermercati del nord Italia, realizzato per il momento con il pane cotto a legna recuperato dall’invenduto dei forni nelle valli della parte occidentale del Piemonte. Si può scegliere anche per la personalizzazione della birra, dal tipo di pane utilizzato fino all’etichetta, condividendo la ricetta con il birrificio più vicino.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Articoli correlati

Anna Giordano è l’ambientalista dell’anno 2021

La “signora dei falchi” vince la consultazione online e riceve il riconoscimento promosso da Legambiente e Nuova Ecologia intitolato a Luisa Minazzi giunto alla sua quindicesima edizione

EcoForum Veneto

Dalle 9.15 la diretta di EcoForum Veneto

Rinnovabili, nel 2026 saranno il 95% delle nuove fonti energetiche installatate

Lo prevede il nuovo rapporto dell'Iea, l'Agenzia internazionale dell'energia. Oltre la metà di questa energia verde sarà coperta dal fotovoltaico. E già il 2021 si chiuderà con un record con 290 gigawatt di nuova potenza installata

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Transizione ecologica, con rinnovabili ed efficienza energetica 1,1 miliardi di risparmio in bolletta

I dati presentati al Forum QualEnergia 2021. Al 2030 previsti 170 mila nuovi posti di lavoro e 150 miliardi di investimenti. Legambiente: "Troppi ritardi ed ostacoli, serve un cambio di passo". Streaming del Forum l'1 e 2 dicembre sui siti dedicati / SCARICA LO STUDIO ELEMENS

FORUM QUALENERGIA 2021. LA DIRETTA

Dalle 10 in diretta streaming i lavori della prima giornata del Forum: “Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica”

Forum QualEnergia 2021, appuntamento a Roma l’1 e 2 dicembre

A Roma Eventi in Piazza di Spagna due giornate di confronto e dibattito su "Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica". Il programma dei lavori

Biologico, Coldiretti e Legambiente: “Approvare subito la legge alla Camera dei deputati”

Appello delle associazioni per portare a termine celermente l’iter di approvazione della norma, approvata dal Senato con un solo voto contrario e ancora ferma alla Camera
Ridimensiona font
Contrasto