domenica 24 Gennaio 2021

Aiutiamo Ousmane a tornare a casa

Ousmane Sidibe

“Aiutiamo Ousmane a tornare a casa”. È il messaggio lanciato dalle associazioni SconfinataMente Odv Anagni e da Diaspora Africana Ciociaria Odv per restituire la giustizia che merita alla memoria di Ousmane Sidibe, morto sul posto di lavoro all’età di soli 24 anni lo scorso 24 febbraio.

Per arrivare in Italia dalla Costa d’Avorio Ousmane aveva affrontato la traversata del deserto del Sahara e del Mediterraneo per raggiungere l’Italia. Giunto tra mille difficoltà e sofferenze nel nostro Paese, aveva vissuto per qualche anno ad Anagni, in provincia di Frosinone, dove aveva imparato la lingua, ottenuto i documenti, trovato casa e un contratto di lavoro. E proprio mentre lavorava Ousmane è venuto a mancare, colpito da una lastra di calcestruzzo.

Adesso le associazioni SconfinataMente e Diaspora Africana Ciociaria, che erano diventate la sua famiglia in Italia, stanno unendo le forze per garantire ai suoi due figli che il loro padre venga seppellito in Costa d’Avorio e riposi così in pace nella sua terra di origine.

Riportare a casa Ousmane non è un’impresa da poco e proprio per questo serve l’impegno di tutti. Basta anche una piccola donazione, che è possibile fare consultando l’appello pubblicato sulla pagina Facebook di SconfinataMente Agnani, per dare una mano. E permettere a quest’uomo coraggioso di riunirsi per sempre ai suoi cari.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente

Rifiuti processo Resit: Cassazione conferma 18 anni a Cipriano Chianese, inventore ecomafie

Legambiente: “Soddisfazione per la conferma delle condanne. Continueremo nostro lavoro di denuncia e impegno per la rinascita della Terra dei fuochi”

Antonio Gramsci: tra resistenza sociale e resilienza ambientale

Nel 130esimo anniversario della nascita dell'uomo politico, viaggio alla riscoperta del suo pensiero e delle sue "intuizioni" ecologiste. Per comprendere come affrontare le sfide del presente

Sardegna da tutelare: firmato l’accordo tra la famiglia Abbado e Legambiente

Presentato oggi il progetto il cui obiettivo è promuovere programmi di tutela dell’ambiente e di ricerca nel terreno ad Alghero di Claudio Abbado, famoso direttore d’orchestra scomparso nel 2014. Un'area protetta negli anni per i suoi valori naturalistici

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia