Aiutiamo Ousmane a tornare a casa

L’uomo di origine ivoriana è morto sul posto di lavoro lo scorso 24 febbraio. Viveva da anni ad Agnani. Le associazioni SconfinataMente e Diaspora Africana Ciociaria hanno attivato una raccolta fondi per farne arrivare la salma nella terra d’origine / Partecipa con una donazione

Ousmane Sidibe

“Aiutiamo Ousmane a tornare a casa”. È il messaggio lanciato dalle associazioni SconfinataMente Odv Anagni e da Diaspora Africana Ciociaria Odv per restituire la giustizia che merita alla memoria di Ousmane Sidibe, morto sul posto di lavoro all’età di soli 24 anni lo scorso 24 febbraio.

Per arrivare in Italia dalla Costa d’Avorio Ousmane aveva affrontato la traversata del deserto del Sahara e del Mediterraneo per raggiungere l’Italia. Giunto tra mille difficoltà e sofferenze nel nostro Paese, aveva vissuto per qualche anno ad Anagni, in provincia di Frosinone, dove aveva imparato la lingua, ottenuto i documenti, trovato casa e un contratto di lavoro. E proprio mentre lavorava Ousmane è venuto a mancare, colpito da una lastra di calcestruzzo.

Adesso le associazioni SconfinataMente e Diaspora Africana Ciociaria, che erano diventate la sua famiglia in Italia, stanno unendo le forze per garantire ai suoi due figli che il loro padre venga seppellito in Costa d’Avorio e riposi così in pace nella sua terra di origine.

Riportare a casa Ousmane non è un’impresa da poco e proprio per questo serve l’impegno di tutti. Basta anche una piccola donazione, che è possibile fare consultando l’appello pubblicato sulla pagina Facebook di SconfinataMente Agnani, per dare una mano. E permettere a quest’uomo coraggioso di riunirsi per sempre ai suoi cari.