giovedì 21 Gennaio 2021

Oltre la miniera

zoom su mani al lavoro su rifiuti tecnologici

di Loris Pietrelli *

Le terre rare in realtà non sono “rare” (sono ubiquitarie) e neppure “terre” (nel senso di ossidi metallici). Si tratta di elementi metallici più abbondanti dell’oro e dell’argento. Non solo il termine è improprio, ma anche fra i chimici non esiste accordo su quali siano le “terre rare”. Se dal punto di vista industriale è relativamente facile separare le terre rare in blocco, è davvero complesso separarle fra loro a causa dell’elevata somiglianza delle loro proprietà chimico-fisiche. Esiste, infatti, una forte affinità chimica derivante dalla loro struttura atomica poiché il guscio degli elettroni di valenza rimane inalterato e ciò ne determina quasi le stesse proprietà chimiche. Le differenze sono determinate perlopiù dai raggi ionici che questi elementi presentano in determinate condizioni.

Oggi il grande sviluppo tecnologico che ha caratterizzato i primi anni del nuovo secolo ha determinato un’elevata produzione di rifiuti tecnologici ricchi in metalli preziosi e strategici. Si stima che in Italia la produzione annuale procapite di rifiuti hi-tech sia di circa 14 kg (3-4% della produzione di rifiuti solidi urbani), per un totale di oltre 800.000 tonnellate, solo in parte gestiti correttamente.

Rifiuti come le schede elettroniche, le batterie, le lampade e i pannelli fotovoltaici hanno quantità interessanti di terre rare. Ad esempio alcune batterie (NiMH, nichel-idruro di metallo) hanno l’anodo fatto di miscele di Ce (cerio), La (lantanio) e Nd (neodimio), facilmente recuperabili per semplice precipitazione di solfati insolubili, che hanno un contenuto di terre rare paragonabile ai materiali arricchiti venduti dai produttori di queste materie.

Nelle polveri contenute all’interno delle lampade fluorescenti dismesse sono state trovate oltre il 13% (in peso) di terre rare separabili per precipitazione e in seguito per gruppi, leggere (Ce-La) e medie (Eu-Gd, europio-gadolinio), utilizzando, anche in questo caso, estraenti commerciali riciclabili nell’ambito del processo.

* Ricercatore Enea

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia

Sequestrato allevamento “lager” di 859 cani a Trecastelli, provincia di Ancona

Chihuahua, barboncini e maltesi maltrattati. Legambiente: "Gestione criminale, priva delle basilari attenzioni. Emergenza sanitaria senza precedenti, il più grande focolaio di brucellosi in Europa. Priorità assoluta alla salute di animali e persone”

I “Marcelli” che abitavano il futuro

Dal mensile di gennaio - Cini e Buiatti ci hanno insegnato che la scienza non è neutrale e neanche un’opinione. Parole che sono un faro oggi, fra comunicazioni scientifiche e di marketing sui vaccini, necessità di trasparenza dei dati e loro segretezza, rassicurazioni e negazionismo 

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Le armonie della bellezza, presentazione dell’accordo sul terreno di Claudio Abbado

Appuntamento domani, 21 gennaio, alle ore 11.00 sulle pagine Facebook di Legambiente e della Nuova Ecologia e sul sito della Nuova Ecologia

Sequestrato allevamento “lager” di 859 cani a Trecastelli, provincia di Ancona

Chihuahua, barboncini e maltesi maltrattati. Legambiente: "Gestione criminale, priva delle basilari attenzioni. Emergenza sanitaria senza precedenti, il più grande focolaio di brucellosi in Europa. Priorità assoluta alla salute di animali e persone”

I “Marcelli” che abitavano il futuro

Dal mensile di gennaio - Cini e Buiatti ci hanno insegnato che la scienza non è neutrale e neanche un’opinione. Parole che sono un faro oggi, fra comunicazioni scientifiche e di marketing sui vaccini, necessità di trasparenza dei dati e loro segretezza, rassicurazioni e negazionismo 

Progetto Ecco, nasce a Palermo il Ri-Hub della rigenerazione

Una collaborazione tra realtà locali per recuperare apparecchiature elettroniche. La partecipazione è aperta a tutti

La balenottera spiaggiata a Sorrento arriva a Napoli per necroscopia

Stanotte l'ultimo viaggio in mare per il mammifero che potrebbe essere il più grande mai visto nel Mediterraneo. Il Parco Marino di Punta Campanella:" Un esemplare straordinario"