mercoledì 26 Gennaio 2022

Acquista

Login

Registrati

“Basta olio di palma nei motori”, la proposta di legge della deputata Muroni

Olio Di Palma Deforestazione

“Basta olio di palma nei motori, l’Italia anticipi il divieto europeo”. A chiederlo è la deputata di Liberi e Uguali Rossella Muroni, che ha annunciato una sua proposta di legge per impedire l’utilizzo di olio di palma nei biocarburanti.

“Se davvero vogliamo fermare i mutamenti climatici, la distruzione delle foreste equatoriali e l’estinzione degli orango provocata dall’uso di olio di palma e olio di soia nei biocarburanti non possiamo fare eccezioni e non possiamo perdere tempo – dichiara la deputata di Leu -. L’Italia dovrebbe spingere a livello europeo per un anticipo del divieto di utilizzo di questi olii vegetali nei biocarburanti e introdurre almeno in patria la misura già dal 2020. Come hanno fatto Francia e Norvegia. Per questo ho presentato una proposta di legge che introduce il divieto di utilizzo dell’olio di palma e della soia nel processo chimico per la produzione dei biocarburanti, bioliquidi e combustibili da biomassa. Una direzione indicata anche dagli oltre 57mila cittadini che hanno sottoscritto la petizione di Legambiente #SavePongo che chiede di migliorare il testo della Commissione”.

“Le nuove regole sui biocarburanti proposte dalla Commissione Europea sono un bicchiere mezzo vuoto e mezzo pieno – prosegue la Muroni -. Da una parte la Commissione europea riconosce finalmente, in un atto delegato in consultazione pubblica fino a domani, che l’olio di palma usato nei biocarburanti è causa di deforestazione e per questo non potrà più essere impiegato a questo fine dal 2021. Ma dall’altra prevede diverse eccezioni alla ‘regola’. Come se l’uso di olii vegetali per i biocarburanti causasse la deforestazione a corrente alternata”.

“Al contrario, come denuncia Legambiente insieme alla coalizione delle associazioni europee promotrice della campagna #NotInMyTank, l’uso di olio di palma e olio di soia nei biocarburanti è causa conclamata di devastazione delle foreste equatoriali e della conseguente estinzione degli Orango – conclude -. Per questo il testo dell’atto in consultazione andrebbe modificato escludendo scappatoie ed eccezioni e anticipando i tempi di entrata in vigore”.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,811FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Ridimensiona font
Contrasto