martedì 25 Gennaio 2022

Acquista

Login

Registrati

“La lotta è speranza”, il numero di dicembre di Nuova Ecologia

La sfida della crisi climatica post Glasgow, le 100 notizie verdi del 2021, l’intervista allo scrittore Paolo Cognetti, l’inchiesta sui Parchi a 30 anni dalla legge quadro che istituì le aree protette in Italia e molto altro. La presentazione oggi alle ore 15.00 sul sito e sui canali social

“La lotta è speranza” titola Nuova Ecologia di dicembre, in un numero di fine anno che traccia bilanci ma anche proiezioni verso un futuro ecosostenibile e che mette al centro i giovani, protagonisti definitivi della battaglia per la salvaguardia del Pianeta. Nella sua storia di copertina il mensile racconta “Una strada ancora in salita”, quella verso l’obiettivo del contenimento della temperatura globale entro 1.5 °C, all’indomani del Glasgow climate pact che ha rinviato alla Cop27 l’adozione della road map per ridurre le emissioni e lasciato in sospeso gli aiuti alle comunità vulnerabili. Un obiettivo che resta a portata di mano, spiega Mauro Albrizio, a patto di un’ambiziosa revisione degli impegni presi. La luce, intanto, arriva proprio dalle giovani generazioni che durante il summit scozzese si sono prese la scena, insieme a donne e comunità indigene, per ribadire che il futuro è il loro e che possono già scriverlo.

La Terra, nel frattempo, mostra ogni giorno di più le ferite che le vengono inferte dalle attività umane: lo speciale Cento notizie verdi curato da Fabio Dessì descrive un mondo che nell’ultimo anno ha perso ecosistemi, con l’Amazzonia vicina a un punto di non ritorno, l’aumento degli ecoprofughi (oltre 10 milioni quelli censiti in appena sei mesi), gli attivisti per l’ambiente minacciati e uccisi (ben 227 quelli assassinati nel 2021, il dato peggiore di sempre). E ancora caldo record e incendi, con i roghi che in Australia hanno ucciso 60 mila koala. Ma anche gli impegni presi dai 197 Paesi riuniti alla Cop26, le marce per il clima a Glasgow, nuove ricerche e conferme scientifiche, gli annunci dei governi e la crisi climatica sempre più al centro del dibattito pubblico. In cento news dall’Italia e dal mondo, il racconto dell’anno che sta per finire visto dalla Nuova Ecologia.

A 30 anni dall’approvazione della legge quadro sulle aree protette in Italia, Rocco Bellantone firma l’inchiesta “Trenta e lode con riserva” ripercorrendo i successi della 394/91, primo fra tutti l’incremento del territorio nazionale sotto tutela, passato dal 3 all’11%. Un risultato che racconta tante storie virtuose, ma che al contempo spinge ad aggiornare la normativa per raggiungere l’obiettivo del 30% di aree protette entro il 2030, ridurre la perdita di biodiversità e contrastare gli effetti del cambiamento climatico. Perché, tra assenza di modelli partecipativi e scarse risorse tecnico-scientifiche, anche gli strumenti migliori necessitano di revisioni. Le aree naturali protette, questo mese, sono inoltre al centro di Unfakenews, la campagna di Legambiente e Nuova Ecologia nata per contrastare le bufale ambientali.

Tra parchi e foreste si svolgono spesso anche le storie narrate da Paolo Cognetti che, a colloquio con la Nuova Ecologia, parla del suo ultimo romanzo e del rapporto che lo lega alla Natura. “La montagna si è incastonata nei miei ricordi e nella mia formazione come luogo di libertà”, spiega lo scrittore che sceglie un rifugio immaginario delle Alpi valdostane per ambientare le vicende di Fausto, protagonista de La felicità del lupo che a un certo punto della sua vita decide di staccarsi dalla metropoli e da un lavoro e una relazione finiti male per rimettere ordine alle cose nei boschi della sua infanzia.

Ancora, per la sezione Reportage – Cartoline da est, Marco Carlone e Daniela Sestito conducono i lettori alla scoperta de “Il treno dei Rodopi”, in Bulgaria, dove la ferrovia più suggestiva dell’Europa sud orientale rimane una finestra sul mondo per chi abita le montagne: in apparenza un’attrazione turistica che, a un secolo dalla nascita, svolge ancora la sua funzione originaria e resiste ai piani di chi vorrebbe spedirla in pensione.

Questi e altri contenuti saranno al centro della presentazione del numero di dicembre della Nuova Ecologiain diretta oggi dalle ore 15,00 sul sito web lanuovaecologia.it, sui canali social della rivista e sulla pagina Linkedin di Legambiente.

Introduce e modera Francesco Loiacono, direttore di Nuova Ecologia, intervengono: Mauro Albrizio, direttore dell’ufficio europeo di Legambiente, Tiziana Guerrisi, fondatrice di Next New Media, Grazia Forino, attivista e volontaria del progetto Youth4Climate, Antonio Nicoletti, responsabile aree protette e biodiversità di Legambiente, e i giornalisti di Nuova Ecologia Fabio DessìRocco BellantoneGiulia Assogna. Durante la presentazione Gianlorenzo Ingrami realizzerà delle vignette in diretta.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,811FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Ridimensiona font
Contrasto