sabato 24 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Una storia da scrivere

“Io credo che un mese di tensione e di angoscia abbia valso più che anni di studio; e che un passo avanti fatto da mille persone valga di più che un chilometro fatto da qualche esperto”.

foto di Francesco Loiacono
Francesco Loiacono

Scriveva così Laura Conti, a un mese dal disastro dell’Icmesa, che nel 1976 portò l’incubo diossina nelle vite dei cittadini lombardi. Una donna alla quale noi giornalisti ambientali siamo legati, perché con la sua opera di medico e divulgatrice ha spiegato quanto l’ecologia sia una scienza che unisce le discipline e indaga la complessità. Il centenario della sua nascita, al quale dedichiamo alcune pagine di questo numero, coincide con il primo anno di pandemia da Covid-19. Dodici mesi di “tensione e angoscia” hanno rilevato tante verità, a partire dalle relazioni fra l’aggressione dell’uomo verso la natura e la diffusione di malattie infettive. Eppure ancora non si respira piena fiducia nella cultura scientifica e, soprattutto, fatica a emergere una visione che guidi la transizione ecologica e contrasti i cambiamenti climatici.

La copertina del numero di aprile di Nuova Ecologia

Stiamo lì a sperare nel futuro ma ci mancano ancora le energie per mettere in campo azioni risolutive. Per far nascere una visione che dia vita a un nuovo corso della storia, suggeriamo di rileggere gli insegnamenti di Laura Conti e Alex Langer, proclamato cittadino onorario di Sarajevo lo scorso 22 febbraio per la promozione della pace e della riconciliazione nella ex Jugoslavia. Nonviolento e ambientalista, in uno scritto che pubblichiamo a pagina 92, Langer già nel 1989 avvertiva sui rischi dell’ecodebito, di quel capitale naturale che intacchiamo con le nostre attività. Una lettura quanto mai preziosa oggi che il debito emesso dall’Unione Europea per finanziare il Next Generation Eu peserà sulle future generazioni.

Intanto continuano le deforestazioni in ogni angolo del pianeta, a pagina 36 Rocco Bellantone racconta quella in corso nella foresta di Bugoma, in Uganda, mentre la decarbonizzazione delle nostre attività è ancora in alto mare, come spiega Elisa Cozzarini nella storia di copertina. Cresce il traffico marittimo, aumentano le emissioni di gas serra e gli incidenti con rilascio di idrocarburi in mare. Una soluzione per abbattere le emissioni e i rischi per la salute, almeno nelle aree portuali, può essere il cold ironing, la fornitura di energia elettrica da terra alle navi. Un primo passo, necessario.

Emissioni in alto mare
Il nuovo numero di Nuova Ecologia
Il traffico navale che inquina il pianeta sulla copertina di aprile

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Francesco Loiacono
Direttore La Nuova Ecologia. Giornalista ambientale autore di inchieste su dissesto idrogeologico, inquinamento industriale, bonifiche e amianto. Email: direttore@lanuovaecologia.it Twitter: @francloia

Articoli correlati

Azione climatica, l’impegno europeo per ridurre le emissioni è ancora insufficiente

Il nuovo Pacchetto legislativo Clima-Energia “Fit for 55” proposto dalla Commissione lo scorso 14 luglio è inadeguato a fronteggiare la crisi climatica e a mantenere vivo l’obiettivo di 1.5°C. Un obiettivo ambizioso ma possibile

G20, Cingolani: “Raggiunto un accordo unico sulla tutela della natura”, in piazza cresce la protesta

Secondo il ministro il documento riprende la visione del Pnrr italiano: tutela degli ecosistemi e della biodiversità, economia circolare, finanza green I difficili negoziati sulla transizione ecologica

Al via “La Compagnia del suolo”, nove tappe per analizzare la salute dei terreni agricoli

L'iniziativa, organizzata nell'ambito del progetto "Cambia la Terra", punta ad attraversare l’Italia da nord a sud in nove tappe, a partire dal 28 luglio fino alla prima metà di ottobre

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Al via “La Compagnia del suolo”, nove tappe per analizzare la salute dei terreni agricoli

L'iniziativa, organizzata nell'ambito del progetto "Cambia la Terra", punta ad attraversare l’Italia da nord a sud in nove tappe, a partire dal 28 luglio fino alla prima metà di ottobre

Rete EducAzioni, la scuola in presenza è l’unica opzione

L'appello del coordinamento di cui fa parte tra gli altri il Forum Disuguaglianze Diversità, le Scuole senza zaino, Saltamuri e Asvis al governo e al ministro dell'istruzione. Per un'istruzione senza disparità

G20 a Napoli, il controvertice dell’ecosocialforum

Una tre giorni dal basso, di informazione, di confronto e di mobilitazione. Insieme i Fridays for future, Extinction Rebellion, Greenpeace e tanti comitati locali: sono le "bees against G20"

Formula 1, Vettel raccoglie i rifiuti sugli spalti di Silverstone

Uscito anzitempo al Gran Premio di Gran Bretagna il pilota tedesco ha deciso di dare una mano per ripulire il circuito di Silverstone

FestambienteSud, al via il 23 luglio la XVII edizione del Festival di Legambiente

Appuntamento dal 23 al 25 luglio a Monte Sant’Angelo e dal 31 luglio al 2 agosto a Vieste e in Foresta Umbra. Annunciati i Comuni Ricicloni e quelli virtuosi per la raccolta differenziata che riceveranno un premio speciale
Ridimensiona font
Contrasto