martedì 19 Gennaio 2021

Spazio, l’11 e 12 dicembre appuntamento con NSE Expoforum

Torna la fiera dedicata alla New Space Economy per una seconda edizione che sarà completamente online. In programma incontri, approfondimenti e workshop con i maggiori esperti del settore

L’11 e 12 dicembre è in programma NSE Expoforum, la fiera dedicata alla New Space Economy, ideata e organizzata da Fondazione E. Amaldi e Fiera Roma, col patrocinio dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi). Giunto alla sua seconda edizione, l’evento si presenta al pubblico con importanti novità e in una versione completamente online nel rispetto delle norme sanitarie anti-Covid.

Obiettivi di NSE Expoforum

Obiettivo della fiera è valorizzare il networking, offrire una ricca proposta digitale di progetti e contenuti in uno spazio espositivo virtuale, dove i visitatori potranno valutare prodotti, consultare e utilizzare servizi innovativi, organizzare meeting one to one con gli espositori, accedere alle aree di networking per interagire con speakers e VIP participant.

L’evento propone un concetto innovativo di Space, inteso come “leva finale” utile ad espandere i servizi spaziali a livello globale, puntando anche a risultati economici. Si rivolge sia alle aziende del settore Space che alle nuove realtà imprenditoriali, pmi, startup e innovatori della “cross fertilisation” che interessa, oggi, settori a vocazione multidisciplinare come ad esempio energy, nanotech, sensoristica, advanced manucaturing, AI, robotica, droni, biotech, agrifood technology, per citarne alcuni.

“L’economia dello Spazio conferma un trend di importante crescita e dimostra di avere anche un impatto sociale con una piattaforma sempre più utilizzata dai privati e sempre più focalizzata sui servizi per i cittadini, non solo quelli effettivamente abilitanti ma anche quelli più accattivanti che attirano in particolare i giovani – spiega Maria Cristina Falvella, Presidente della Fondazione E. Amaldi – Lo spazio è ormai uno dei pilastri su cui si basa l’evoluzione della nostra società per la creazione di moderni profili professionali e soluzioni innovative e sostenibili per le diverse filiere industriali che, grazie al settore spaziale, possono consolidare il loro posizionamento e   incrementare le opportunità di accesso al mercato. In questo contesto NSE 2020 rappresenta un’occasione di confronto a livello internazionale per discutere progetti e iniziative funzionali alla società del futuro”.

La manifestazione si svolgerà in due giornate e darà ampia visibilità ad aziende e istituzioni che utilizzano lo Spazio con un’area espositiva dedicata su piattaforma digitale. I maggiori player della New Space Economy grazie alla formula della piattaforma online potranno lavorare e mettersi in contatto tra loro attraverso le aree di networking, live meeting, scambio di contatti e video chat. “Abbiamo immaginato e dato forma a questo progetto nella forte convinzione che fosse profondamente strategico per il nostro Paese – commenta Pietro Piccinetti, amministratore unico e direttore generale di Fiera Roma – Questa stessa motivazione ci ha spinto a confermare l’appuntamento anche quest’anno, nonostante le enormi difficoltà dovute alla pandemia. La New Space Economy permea l’intera struttura economica italiana, coinvolgendo anche un gran numero di  PMI, spina dorsale del nostro tessuto imprenditoriale: una fiera dedicata allo sviluppo globale di progetti e tecnologie derivanti dall’industria spaziale, un evento che sia una piattaforma capace di aggregare tutti gli attori del sistema spaziale non è solo una sfida fieristica, ma anche e soprattutto una scommessa sul futuro rispetto al quale l’Italia può avere una centralità in Europa e nel mondo”.

I 5 topic di NSE Expoforum 2020

NSE Expoforum propone un’agenda, anche quest’anno, con un importante Programma di Convegni, Incontri, Eventi, approfondimenti, che verteranno su 5 argomenti di interesse globale: New Space and Our Planet, New Space and Info-mobility, New Space and Economy, New Space and Industry, New Space and Health.

Questi Topic connoteranno le varie sessioni di approfondimento che prevedono un simposio nell’area plenaria, un’area di matching e numerosi workshop collaterali, finalizzati ad approfondire argomenti di forte impatto per la Community dello Space, e al contempo favorire la nascita di rapporti con potenziali clienti o partner.

“Ad un anno dalla prima edizione di NSE molte cose sono cambiate a livello globale, ma certamente è cambiata in positivo l’intensità della crescita della New Space Economy – commenta Roberto Battiston, chair del Comitato Scientifico Internazionale di NSE European Expoforum – Per questo motivo siamo particolarmente soddisfatti di aver realizzato l’appuntamento di quest’anno, mantenendo la promessa fatta nel 2019, coinvolgendo attori delle principali iniziative di New Space Economy degli ultimi 12 mesi a livello globale”.

Il programma

Il 10 dicembre il Programma delle Conferenze del NSE Expoforum prevede un’Anteprima, e propone il Virtual Brokerage Event, organizzato da Enterprise Europe Network e Consiglio Nazionale delle Ricerche. L’evento è dedicato ai ricercatori, esperti, accademici del settore Space e punta a creare un momento di scambio e networking con aziende, in particolare PMI, che costituiscono l’asse portante dell’economia nazionale. Nse Brokerage Event 2020 unisce clienti della space economy e provider di servizi Space, compreso il settore della manifattura, e tutti gli ambiti dei prodotti “space derived” e servizi.

La Plenary Session sarà aperta dai saluti istituzionali di Giorgio Saccoccia, Presidente Asi – Agenzia Spaziale Italiana, Maria Cristina Falvella, presidente Fondazione E. Amaldi, Pietro PIccinetti, amministratore unico di Fiera Roma, alle 9 dell’11 dicembre.

Seguiranno, dalle 9.30 le due Keynote Session che vedranno la partecipazione, fra gli altri, di Jean Yves le Gall (Presidente, CNES), Massimiliano Salini (European Parliament), Bei Chao (Vice Presidente, Casic), Rodrigo de Costa (Direttore, GSA), Pascale Eherenfreneud (Presidente, IAF -International Astronautical Federation), Giulio Ranzo (CEO, AVIO), Mikhail Kokorich (Fondatore, Momentous), Stephan Reckie (Executive Director, GEN Space), Roberto Cingolani (Chief Technology & Innovation – Leonardo), Massimo Comparini (CEO, Itas Italia),

I Workshop che si svolgeranno nel pomeriggio dell’11 dicembre a partire dalle 15.00, vedono fra i partecipanti Chiara Cagnazzo (ECMWF), Christian Hoffmann (CEO, Geoville), David Hello (CEO, TerraNis), Andreas Dengel (Executive Director, DFKI), Sameh Naguib Waha (Gloal Director, World Bank’s Urban), Yossi Yamin (CEO, Space Pharma), Franco Malerba (Astronauta) Giuseppe Borghi (Head, ESA LAB), Lance Black (Associate Director, Texas Medical Center).

Rick Tumilson (Founder, Deep Space Industry), Cynthia Bouthot (President, Space Commerce Matters) Jose Salgado (President, Canadian Chamber in Italy) parteciperanno al Panel organizzato dalla Canadian Chamber che si terrà venerdi 11 dalle 15 alle 17. Mentre in altre sessioni parallele verranno presentati progetti nazionali e regionali che coinvolgono enti di ricerca (Esa, Asi, Infn, Ing, Hypatia) e industrie.

Il 12 dicembre si terrà la seconda giornata di attitivà convegnistiche, focalizzate sulla Space finance, presieduto da Salvo Mizzi (CEO, EneaTech), che vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Giampaolo Manzella (MISE), Lorenzo Scatena (Fondazione E.Amaldi) e Francesco Profumo (Fondazione Compagnia San Paolo).

Di particolare interesse, anche il programma di sessioni parallele tra cui quelle di organizzato da SGAC (Space Generation Advisory Council), la rete internazionale di studenti e giovani professionisti del settore Space, FeBbaF (Federazione banche e finanza) e Luiss, giornata che culminerà in una competition fra startup con il supporto di Lazio Innova, ed un premio che verrà assegnato da una giura di specialisti alla startup che presenterà il miglior pitch.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

A Nemi la raccolta differenziata vola dal 4 al 75%

Nel comune dei Castelli Romani balzo in avanti già dal primo mese in cui sono stati eliminati i cassonetti stradali. Scarti cittadini ridotti di circa un terzo e oltre l'80% in meno di indifferenziato a smaltimento

Incendi in Australia, minacciati gli habitat di 191 specie animali

Tra queste, 49 ne hanno perso più dell'80%. Tra giugno 2019 e febbraio 2020 in totale più di 15mila roghi. Wwf lancia l'iniziativa “Regenerate Australia” per il recupero della fauna selvatica

Mobilità urbana, nel 2020 +84,5% di veicoli a due ruote elettrici venduti

Superati per la prima volta i 10mila veicoli immatricolati. Sale la disponibilità media di piste ciclabili, per i motocicli in calo l'accesso alle corsie riservate ai mezzi pubblici. I dati del quinto rapporto dell’Osservatorio Focus2R promosso da Confindustria Ancma e Legambiente

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

A Nemi la raccolta differenziata vola dal 4 al 75%

Nel comune dei Castelli Romani balzo in avanti già dal primo mese in cui sono stati eliminati i cassonetti stradali. Scarti cittadini ridotti di circa un terzo e oltre l'80% in meno di indifferenziato a smaltimento

Focus 2 ruote, presentazione del report 2021

Appuntamento lunedì 18 gennaio alle ore 11.00 sul sito de La nuova ecologia e su ancma.it

Mobilità sostenibile, l’Italia investe ancora troppo in combustibili fossili

I dati del nuovo studio di Transport & Environment. Dei bus immatricolati nel 2019, solo il 5,4% è a zero emissioni. Legambiente: "Serve un cambio di passo"

Sorrento, trovata morta la balenottera arenata ieri nel porto

Il corpo era a circa 12 metri di profondità. Ultimi aggiornamenti indicano che l'animale sul fondo sarebbe più grande di quello visto ieri sera

La campagna “Alleva la speranza” al fianco di chi non abbandona le terre del terremoto

Riparte “Alleva la speranza +”, la campagna promossa da Legambiente ed Enel per sostenere le realtà colpite da terremoto e pandemia. Che per ricominciare puntano su turismo di prossimità, natura e storia