venerdì 23 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Notte europea dei ricercatori, quest’anno un’edizione tutta in streaming

Eventi e talk online con volti noti per aumentare la consapevolezza dei cittadini sulle sfide globali. E il 27 novembre in diretta su RaiPlayOltre 100 appuntamenti dal 23 al 28 novembre per lanciare la Notte europea dei ricercatori 2020 una settimana di iniziative per ri-scoprire la scienza grazie al Progetto NET, con i contributi di volti noti come Alessandro Gassmann, Mario Tozzi, Luca Mercalli, Gabriella Greison e Lorenzo Baglioni.

Tante le attività: eventi e webinar dedicati al mondo della scuola, virtual tour nelle sedi degli enti e delle università, incontri con i ricercatori, laboratori e documentari.
Inoltre dalle ore 19 del 27 novembre 2020 il clou della Notte dei ricercatori di
ScienzaInsieme sarà sulla piattaforma digitale Rai Play.
“Sta per arrivare la Notte europea dei ricercatori – spiega il climatologo Luca Mercalli nel
video di lancio dell’iniziativa -. Gli studiosi del progetto NET – ScienzaInsieme vi
intratterranno con eventi interattivi su temi scientifici di attualità come le sfide globali dei
cambiamenti climatici e delle pandemie, il rischio terremoti e tsunami, le minacce delle
specie aliene invasive e come funziona un supercalcolatore”.

“Credo che non ci sia stato nessun momento nella recente storia del Pianeta più adatto di
questo per seguire quello che la scienza vuole dirci – sottolinea Alessandro Gassmann,
testimonial di questa edizione della Notte per il Progetto NET -. Siamo nel centro di una crisi che è quella del Covid, si prospetta una crisi ancora più grande che è quella dei cambiamenti climatici e della possibilità di un collasso del nostro ecosistema. Diamo ascolto a chi fa ricerca”.

“A cosa serve la divulgazione scientifica? – chiede Mario Tozzi, ricercatore CNR – Se
fossimo in grado di valutare bene le cose da un punto di vista scientifico non ci saremmo
bevuti stupidaggini su SARS-CoV-2 o sui cambiamenti climatici. Quando non usi metodi
scientifici, non puoi analizzare i fenomeni della realtà, che sono in genere fenomeni fisici. Per fare questo, servono buoni divulgatori”.

In occasione dell’edizione 2020 della Notte europea dei Ricercatori gli enti e le università del network di ScienzaInsieme – NET aprono le porte delle loro sedi grazie al web, per
incontrare i cittadini con molteplici attività che avranno il clou il 27 novembre, ma che
saranno anticipate e seguite da tutta una serie di iniziative, trasformando così l’intera
settimana in una grande manifestazione scientifica per tutti.

IL VIDEOMESSAGGIO DEL NOSTRO DIRETTORE 

 

La sostenibilità ambientale è il filo conduttore di tutta l’edizione 2020. Da un lato gli appuntamenti per far capire come funziona la nostra Terra, dall’altro quelli per permettere di comprendere come dalle nostre azioni possano arrivare conseguenze significative per l’ecosistema, a partire dai cambiamenti climatici in atto.
L’impossibilità di realizzare in presenza laboratori, workshop e talk non ha voluto infatti dire
uno stop delle tante iniziative di divulgazione scientifica che da anni vengono portate avanti
con grandissima partecipazione di pubblico. Quest’anno prosegue infatti online e in
streaming l’impegno di ScienzaInsieme – NET per diffondere cultura scientifica e contribuire ad aumentare la consapevolezza dei cittadini sulle sfide globali della nostra
società.

Al Progetto NET aderiscono dieci fra i più importanti Enti pubblici di ricerca ed Università
del nostro Paese: CNR (che ne è anche il capofila), ENEA, INAF, INGV, ISPRA,
CINECA, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Sapienza Università di Roma,
Università degli Studi della Tuscia, Università Telematica Internazionale
UNINETTUNO.

Un calendario ricco di attività per le scuole con esperimenti, laboratori, giochi, e poi
iniziative per tutti quali talk, lezioni, documentari, tour virtuali, incontri di scienza e molto
altro anch’essi all’insegna del green. La sfida a un mondo sostenibile coinvolgerà le giovani
generazioni ma le soluzioni partono dallo studio e dalla ricerca di oggi. Per questo sono
molteplici gli strumenti di educazione ambientale messi a disposizione gratuitamente da
ScienzaInsieme – NET.
La Notte europea dei ricercatori è un progetto HORIZON 2020, realizzato con le azioni
Marie Skłodowska-Curie, e si svolge tutti gli anni in 400 città dell’Unione Europea,
coinvolgendo 1,6 milioni di visitatori, migliaia di ricercatori, centinaia di Centri di Ricerca,
Enti di ricerca, Università, associazioni e numerosi altri soggetti impegnati nella divulgazione scientifica.
Per il programma completo della Notte europea dei ricercatori:
https://www.scienzainsieme.it/programma-2020-notte-dei-ricercatori/

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Dubbi e criticità sul deposito nazionale rifiuti radioattivi

Dal rischio idrogeologico all’analisi del rischio di incidente rilevante fino alla conservazione delle aree protette: sono le prime anomalie riscontrate da Legambiente. "Un'opera necessaria che si potrà realizzare solo con un processo trasparente e il dibattito pubblico" Questo deposito s'ha da fare di F. DessìLeggi il numero di Nuova Ecologia "Uscita di sicurezza"

SCEGLI L’OLIO GIUSTO

DALLE 11,00 Presentazione dell'ebook "Scegli l'olio giusto. Come eliminare l'olio di palma dal serbatoio, e non solo". Scarica su store.lanuovaecologia.it

101 Premi Nobel contro i combustibili fossili

Il Dalai Lama tra i firmatari di una lettera ai leader mondiali per chiedere un rapido passaggio alle energie rinnovabili. Per una transizione rapida e giusta

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano
Ridimensiona font
Contrasto