Le 100 notizie verdi del 2018: ottobre

Eventi, storie, battaglie e scelte politiche che hanno segnato ottobre 2018. A cura di Fabio Dessì

Il sindaco di Riace Domenico Lucano

OTTOBRE

2

Il sindaco di Riace (Rc), Mimmo Lucano, su richiesta della procura di Locri è messo agli arresti domiciliari con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e illeciti nell’affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. Lucano è noto per il suo impegno a favore dei migranti, tanto che nel 2016 la rivista Fortune l’ha inserito fra le 50 personalità più potenti al mondo. Il 6 ottobre in cinquemila sfileranno per le vie del borgo calabrese per manifestare la loro solidarietà al sindaco.

5

La corte della Renania-Westfalia blocca l’espansione di una miniera di carbone ai danni dell’antica foresta di Hambach, in attesa che venga stabilito se l’area è protetta o meno dalla direttiva Habitat. È dal 2012 che numerosi attivisti, accampati sulla cima degli alberi della foresta, organizzano azioni di disobbedienza. A settembre la polizia aveva iniziato lo sgombero per far procedere i lavori, ma di fronte alla repressione delle forze dell’ordine e alla morte di un giornalista caduto da un albero tutta Europa si è attivata in segno di solidarietà. Il giorno seguente alla sentenza, 50mila persone manifesteranno per chiedere la fine dell’estrazione di carbone in Germania.

7

La collisione al largo della Corsica, in pieno Santuario dei cetacei, fra la motonave tunisina “Ro-Ro Ulysse”, con a bordo auto e camion, e la portacontainer cipriota “Cls Virginia” rischia di provocare un disastro ambientale: 600 m3 di carburante sparso in acqua formano, in poche ore, una chiazza di 10 km2, pronta a minacciare uno degli scorci più belli di tutto il Tirreno, a non più di un’ora di navigazione dall’isola di Capraia.

7

L’Accademia reale delle scienze svedese assegna il Nobel per le scienze economiche agli statunitensi William D. Nordhaus e Paul M. Romer per aver integrato il cambiamento climatico nell’analisi macroeconomica di lungo periodo. I due economisti, che hanno studiato la gestione delle risorse sempre più scarse, “hanno progettato – si legge nella motivazione – metodi per affrontare alcune delle domande più basilari e pressanti del nostro tempo su come creare una crescita economica sostenuta e sostenibile a lungo termine”.

8

In assenza di provvedimenti per limitare i gas serra, il riscaldamento globale potrebbe superare la soglia di 1,5 gradi fra appena 12 anni, nel 2030. È questo lo scenario peggiore tratteggiato dal rapporto Ipcc “Riscaldamento globale a 1,5 gradi”. Secondo gli scienziati l’obiettivo di mantenere il cambiamento globale entro quella soglia si potrebbe raggiungere se da oggi si cominciasse a ridurre drasticamente le emissioni e ad assorbire la CO2 già in atmosfera. Le emissioni del passato da sole non basterebbero a provocare il superamento della soglia di 1,5 gradi.

14

Le elezioni regionali in Baviera e quelle comunali in Belgio e Lussemburgo vedono un’inattesa virata “verde” dell’elettorato nord europeo. Scenario che sarà confermato due settimane dopo nelle elezioni nell’Assia, altro importante land tedesco: la Cdu di Angela Merkel perde oltre 10 punti percentuali, trionfano i Verdi di Katharina Schulze.

16

Il movimento No Tap, che in Puglia alle elezioni ha invitato a votare per i 5 Stelle, esprime in una nota “il suo profondo dissenso e sconcerto per quanto dichiarato dagli esponenti del M5S e dal governo e per quanto riferito dal sindaco di Melendugno (Le), Marco Potí, a seguito del fallimentare incontro svoltosi a Palazzo Chigi”. Il movimento che si batte contro la parte finale di un gasdotto di 4.000 km che dall’Azerbaijan approderà in Italia per trasportare il gas in Europa, denuncia che “è in atto un’inaccettabile sospensione dello stato di diritto”.

29

Vince le elezioni presidenziali in Brasile il candidato di estrema destra Jair Bolsonaro, che al ballottaggio ha ottenuto il 55,2% dei voti contro il 44,8 di Fernando Haddad, candidato del Partito dei lavoratori. Noto per le sue posizioni contro omosessuali, donne e neri, Bolsonaro è un personaggio controverso, che più volte da ex militare ha detto di rimpiangere i tempi della dittatura  e promesso di dare grandi poteri alla polizia per combattere corruzione e criminalità. La sua vittoria arriva al termine di un confronto elettorale molto duro.