“Non vogliamo essere la discarica di Roma”

Il sindaco di Statte, comune alle porte di Taranto, attacca il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla questione rifiuti della Capitale. E annuncia battaglia se dovessero arrivare nuovi carichi

immagine di un camion che scarica rifiuti

“Che senso ha fare ‘sagre del programma’, alzare la voce chiedendo maggiore condivisione dei territori quando si tratta di Ilva o Tap, e poi procedere senza un minimo di coinvolgimento dei sindaci quando si tratta di rifiuti?”. Lo chiede il sindaco di Statte (Taranto), Franco Andrioli, in una nota con cui attacca il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Per il sindaco Andrioli, il governatore deve “abbandonare i toni da propaganda e cominciare ad occuparsi una volta per tutte dei problemi delle comunità pugliesi, iniziando ad esempio dall’assurdo flusso di rifiuti solidi urbani provenienti dalla città di Roma, che continuano ad arrivare in Puglia e a Statte in maniera particolare. Al posto di amoreggiare con i 5 Stelle, indichi una soluzione immediata anche a loro e alle emergenze che non riescono a risolvere senza pesare sugli altri territori”.

Il primo cittadino di Statte sostiene che il territorio va “perennemente” in soccorso di altri territori, che evidentemente “hanno fallito la loro mission di eco-sostenibilità, mentre noi continuiamo a chiedere ai nostri concittadini di fare la differenziata, di pagare una Tari che prevede l’eco-tassa, e stiamo seriamente definendo un programma di interventi sull’economia circolare”. E annuncia “dura opposizione all’arrivo di altri carichi di spazzatura in un territorio già fortemente oberato dal carico di inquinanti. Siamo in attesa del piano rifiuti per la Puglia da tempo e per una volta ci piacerebbe che Emiliano, oltre che a propagandarlo a parole fosse con i pugliesi, e con i tarantini, per davvero”.

La nota di Ager Puglia

Ager Puglia, l’agenzia territoriale della Regione per il servizio di gestione dei rifiuti, ha precisato in una nota che “l’opzione di smistare i rifiuti provenienti dalla città di Roma in impianti della provincia di Taranto non è mai stata presa in considerazione”.

pubblicato il 5 giugno 2018 alle ore 17.50
aggiornato il 5 giugno 2018 alle ore 18.30