giovedì 16 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Non solo Di Caprio

FHE_TheRevenant_G+_profilePic

La vittoria di febbraio scorso agli Oscar del film The Revenant ripropone il tema uomo-natura sul grande schermo e non solo per l’appello ambientalista lanciato sul palco da Leonardo Di Caprio, vincitore come miglior attore protagonista. Le immense distese innevate del Canada, dove è stato girato il film (ambientato però nel Montana), mostrano Di Caprio, nel ruolo del rude cacciatore di pelli Hugh Glass, costretto a combattere quotidianamente una dura lotta per la sopravvivenza contro un ambiente ostile, quasi capriccioso.

Diverso il rapporto con la natura in un altro film, premio Oscar di 40 anni fa. Era infatti il 1976 quando Akira Kurosawa vinse (come miglior film straniero) con Dersu Uzala, il piccolo uomo delle grandi pianure l’ambito riconoscimento. Erano gli anni in cui la questione ambientale emergeva in tutta la sua complessità e l’opera del regista giapponese divenne il manifesto dell’esigenza di un approccio più rispettoso ai temi ambientali. Anche qui l’anziano cacciatore Dersu Uzala vive nei freddi e sterminati spazi della taiga russa, ma il suo rapporto con la natura, quasi animistico, è di totale compenetrazione, di osservanza delle regole naturali.

Questa sottolineatura manca nel film di Iñárritu e il mito della wilderness torna sui canoni classici, ovvero con l’uomo unico punto di riferimento. Vengono così sfumate quelle pennellate “green” che film come Into the wild di Sean Penn e Wild di Jean-Marc Vallée sembravano aver voluto affermare nel mito statunitense della natura selvaggia.

Marino Midena
Studioso di tematiche giuridiche agraristiche-ambientali. come giornalista collabora con diverse testate. lavora in uffici stampa e ha condotto trasmissioni radio e tv. Ha insegnato “Diritto e legislazione dello spettacolo” presso il Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo ed è il direttore artistico del Green Movie Film Fest.

Articoli correlati

Alle isole Far Øer uccisi in un solo giorno quasi 1.500 delfini

La mattanza risale al 12 settembre in occasione della "Grindadráp", la tradizionale caccia ai cetacei. La denuncia dell'organizzazione Sea Shepherd: "La caccia ai delfini deve cessare completamente"

I Comuni al centro della pianificazione urbana nella sfida all’emergenza climatica

Se ne parla il 17 settembre a Campi Bisenzio a un convegno organizzato da Legambiente nell'ambito del Festival dell'Economia Civile

Venezia78, il premio Green Drop Award al film “Il Buco” di Michelangelo Frammartino

A premiare le produttrici Piera Boccacciaro e Chiara Cerretini è stato Lino Banfi, che ha ricevuto la Goccia Blu insieme a Ronn Moss

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

I Comuni al centro della pianificazione urbana nella sfida all’emergenza climatica

Se ne parla il 17 settembre a Campi Bisenzio a un convegno organizzato da Legambiente nell'ambito del Festival dell'Economia Civile

Venezia78, il premio Green Drop Award al film “Il Buco” di Michelangelo Frammartino

A premiare le produttrici Piera Boccacciaro e Chiara Cerretini è stato Lino Banfi, che ha ricevuto la Goccia Blu insieme a Ronn Moss

Maxiprocesso Eternitbis, appuntamento il 19 settembre al Parco Eternot

A porte chiuse il processo con le voci dei testimoni a Novara. La comunità monferrina si ritrova e partecipa alla lotta per la giustizia

Giretto d’Italia 2021, al via l’undicesima edizione della gara per la mobilità sostenibile

Casa-lavoro in bici o mezzi di micromobilità elettrica: sfida al maggior numero di spostamenti sostenibili. Al vincitore un weekend per due

Urban experience, nuovi paradigmi fra naturale e digitale

di Carlo Infante - Dal 14 al 20 settembre, a Roma, si svolge “Performing Media!” con walkabout, performance, installazioni e videoproiezioni nomadi
Ridimensiona font
Contrasto