sabato 6 Marzo 2021

Acquista

Login

Registrati

A Nemi la raccolta differenziata vola dal 4 al 75%

A Nemi continua a crescere la raccolta differenziata. Già dal primo mese dall’eliminazione dei cassonetti stradali nel comune dei Castelli Romani è stato registrato un enorme balzo di oltre 70 punti percentuali rispetto alla media dei mesi precedenti, ferma addiritturaa al 4%. Altro dato positivo è anche quello della riduzione dei rifiuti prodotti. Grazie ai nuovi servizi di Minerva Ambiente si è passati infatti a una riduzione complessiva degli scarti cittadini di circa 1/3 e per l’indifferenziato da una media pro-capite mensile di circa 70kg/ab/mese di indifferenziato ad un dato di ben 7 volte inferiore, oltre l’80% in meno a smaltimento. Un risultato reso possibile anche grazie alla proficua collaborazione tra aziende pubbliche. Marino Multiservizi infatti, attraverso un protocollo di collaborazione sottoscritto tra le due società, ha dato supporto tecnico e progettuale a Minerva Ambiente per l’avvio e della raccolta domiciliare.

Per famiglie e attività commerciali un kit per la raccolta differenziata

Nello specifico, nel novembre scorso gli operatori dell’azienda hanno distribuito i contenitori per la raccolta differenziata a tutte le famiglie e le attività commerciali. La consegna è stata svolta a domicilio per la massima cautela verso la popolazione e gli operatori in questa fase di emergenza sanitaria. A tutte le famiglie è stato consegnato un kit di contenitori impilabili, con l’eco-calendario settimanale di raccolta, il pieghevole informativo e la prima fornitura di sacchetti per la raccolta dei rifiuti organici. In questo modo è stato richiesto a tutti di trasformare i propri scarti non in rifiuti ma in risorse che possano avere una nuova vita grazie ai percorsi di riciclo e dell’economia circolare.

“Questi eccellenti dati – dichiara il sindaco di Nemi, Alberto Bertucci- confermano che l’Amministrazione Comunale ha fatto la scelta giusta nel costituire in partnership con gli altri comuni, la società “Minerva”. Siamo lieti di raccogliere questi primi frutti, e già da oggi insieme a tutti i cittadini, ci poniamo l’ulteriore obbiettivo di migliorare ancora il dato della percentuale di raccolta differenziata.

“Siamo orgogliosi dei risultati conseguiti fin dal primo mese nel Comune di Nemi. Vogliamo ringraziare tutti per la grande e positiva collaborazione, in primis gli operatori che ogni giorno costruiscono un servizio di qualità – dichiara l’amministratore unico di Minerva Ambiente, Alessio Ciacci. Assieme ai nostri soci e ai nostri dipendenti vogliamo fare di Minerva una società che mira a grandi risultati e vuole contribuire a valorizzare i luoghi stupendi che abbiamo l’onore di servire, aprendo la strada verso un modello di economia circolare e di riduzione dei rifiuti”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Berta Caceres, cinque anni in cerca di verità e giustizia

Avrebbe compiuto 50 anni ieri la leader indigena assassinata nel 2016 da un gruppo armato. A 5 anni dalla sua “semina” tante le iniziative lanciate dal Copinh. Come #unalberoperlavita, in memoria di chi è stato ucciso nel mondo per difendere ambiente e beni comuni

Città e mobilità sostenibili: il motore per il rilancio del Paese

Dall’8 marzo al 10 aprile la campagna di Legambiente 'Clean Cities: ripartiamo dalle città' per accelerare le politiche locali verso la transizione ecologica. Un viaggio di 14 tappe per una mobilità più sicura, più elettrica e più condivisa

Ambiente, Cingolani: “La transizione ecologica sia globale e antropologica”

Intervenuto alla Conferenza preparatoria della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile il ministro della Transizione Ecologica ha illustrato le sfide che il nuovo dicastero dovrà affrontare: “La visione è globale, ma le soluzioni devono essere innestate nel tessuto locale”

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Pnrr, Pefc Italia: “Cruciali gli investimenti nel settore del legno e delle foreste”

Investire nei materiali di origine legnosa per gli edifici, puntare sullo stoccaggio di CO<sub>2</sub> per contrastare la crisi climatica e incentivare la gestione attiva di boschi e foreste. Sono queste alcune proposte che Pefc Italia, ente promotore della gestione sostenibile delle foreste, avanza in occasione della revisione della prima bozza del Pnrr

Italiana Coke condannata dal Consiglio di stato ad adeguare l’impianto della Val Bormida

L'azienda impegnata nella distillazione di carbone fossile di importazione dovrà attenersi alle prescrizioni previste dall’Autorizzazione integrata ambientale. Soddisfatta Legambiente Liguria: “Servono garanzie rispetto alla gestione e al sostegno dei costi di bonifica del sito perché troppo spesso questi sono rimasti a carico del pubblico”

Anagni, tramonta l’idea di un parcheggio nell’area archeologica di Piscina

Con la delibera di Giunta del 16 febbraio scorso l’amministrazione comunale ha definitivamente abbandonato l’idea. Rita Ambrosino, presidente di Legambiente Anagni: “Soddisfatti di questa decisione”

Fukushima 10 anni dopo. Il nuovo numero di Nuova Ecologia

Si intitola "Uscita di sicurezza" il numero di marzo del mensile dedicato al nucleare e al deposito di rifiuti radioattivi che dovrà essere realizzato in Italia. Oggi alle 11.30 la presentazione in diretta sulle pagine Facebook di Legambiente e La Nuova Ecologia e su lanuovaecologia.it

Nessuna transizione senza trasformazione

Editoriale del direttore Francesco Loiacono al numero di marzo della Nuova Ecologia
Ridimensiona font
Contrasto