Nella riserva naturale toscana i ragazzi imparano a costruire la pace

Immersa nel verde della Riserva Naturale di Ponte a Buriano e Penna c'è la Cittadella della Pace di Rondine dove ragazzi da ogni parte del mondo imparano a costruire un mondo migliore

Schermata 2019 04 23 Alle 19.40.02

Promuovere la trasformazione creativa del conflitto, attraverso l’esperienza di giovani che “scoprono la persona nel proprio nemico”. Con questo obiettivo è nata Rondine Cittadella della Pace, organizzazione che si impegna da 40 anni nella riduzione dei conflitti armati nel mondo e nella diffusione della propria metodologia.

Rondine nasce in un borgo medievale toscano rigenerato a pochi chilometri da Arezzo, nella riserva : qui si strutturano i principali progetti per l’educazione e la formazione curati dall’associazione, nata nel 1988 quando Franco Vaccari e il gruppo dei fondatori di Rondine, ispirandosi al pensiero di Giorgio La Pira e don Lorenzo Milani, scrivono una lettera a Raissa Gorbačëva con l’obiettivo di aprire un canale di comunicazione con l’Unione Sovietica e l’Oriente, superando i muri eretti dalla Guerra Fredda.

Inaspettatamente, la first lady sovietica accoglie la loro proposta, invitandoli a Mosca. Il viaggio segna l’inizio delle relazioni con l’Unione Sovietica e porterà alla nascita di quello che è il progetto alla base di Rondine, ovvero lo Studentato Internazionale – World House, che accoglie giovani provenienti da Paesi teatro di conflitti armati o post-conflitti e li aiuta a riscoprire se stessi, le proprie capacità e soprattutto il rapporto con gli altri.

51325127 2070490466337540 5290596983579344896 N

Lo Studentato Internazionale è davvero il cuore dell’associazione: dal 1998 accoglie giovani provenienti da Paesi interessati da conflitti che insieme, intraprendono un percorso innovativo articolato in tre contesti: quotidiano, formativo e accademico. Il percorso dura due anni e, al termine del biennio, i giovani della World House tornano nel proprio Paese, in possesso di strumenti necessari a  promuovere azioni e progetti e ad essere leader in contesti caratterizzati da rapide trasformazioni.

L’altro grande progetto seguito dall’associazione è “Quarto Anno Rondine” un’opportunità formativa e di studio, riconosciuta dal MIUR come percorso di sperimentazione per l’innovazione didattica, rivolta a studenti di tutta Italia dei Licei Classico, Scientifico e delle Scienze Umane che vogliono frequentare la classe quarta in un ambiente internazionale come la Cittadella della Pace.

Ma in cosa consiste il metodo Rondine?

“Parliamo di un metodo offerto per la trasformazione dei conflitti. – ci racconta Franco Vaccari, presidente dell’associazione – E mi riferisco davvero ad ogni tipo di conflitto: che si tratti di guerre, scontri in famiglia o in azienda, questo metodo punta al cambiamento della persone e delle relazioni. Si poggia su due elementi connaturati all’uomo: il dolore e la rabbia. Se riusciamo a prenderli e a trasformarli possiamo renderli il motore delle nostre vite, utili per la costruzione di un mondo migliore”.

Come è nato il vostro progetto?

“Abbiamo scoperto Rondine sbagliando strada 40 anni fa. Volevamo creare una comunità che lavorasse per la giustizia e la pace e abbiamo scoperto caso questo meraviglioso borgo abbondato. Abbiamo quindi speso i nostri risparmi per restaurarlo e nell’arco di 4 decadi abbiamo dato vita al progetto della Cittadella della Pace. La Cittadella ci permettere di accogliere in questo gioiello, incastonato in una riserva naturale, i ragazzi provenienti da ogni parte del mondo in cui ci siano conflitti e di provare a cambiare le loro vite”.

Come vi sostenete?

“Rondine è sostenuta principalmente da soggetti privati della società civile che ne condividono i valori e la missione: il miglioramento del pianeta attraverso la formazione di leader e l’applicazione del Metodo Rondine in ogni contesto di conflitto”.

Progetti per il futuro?

“Abbiamo lanciato un appello e il progetto Leader for Peace con l’obiettivo di formare i leader di domani in grado di gestire i conflitti e far vivere il mondo in pace. Abbiamo 3 anni per raccogliere le firme dell’adesione degli stati e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è già impegnato a portare qui una prima somma, spostandola dalle spese della difesa”.

 

Offisiell Kvalitet Air Jordan, Adidas Sko Campus, Adidas Sko Nettbutikk, Adidas Sko Tilbud, Adidas Sko Sneakers, Adidas Tilbud Produkter