venerdì 23 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Nel nome di Laura

Vent’anni fa nacque il corso di giornalismo ambientale “Laura Conti” organizzato da Legambiente e “Nuova Ecologia”. Un’esperienza di passione e impegno per docenti e studenti

Quando è nata l’idea, durante un freddo pomeriggio di dicembre dell’anno 2000, davanti a una tazza di the, in un bar a pochi passi dalla stazione Termini di Roma, né io né Tonino Perna, allora presidente del Parco nazionale dell’Aspromonte, potevamo immaginare quanta strada avrebbe fatto il corso di giornalismo ambientale che decidemmo, insieme, di dedicare alla memoria di Laura Conti. Diciassette edizioni, oltre 4.000 domande di partecipazione, 413 studenti, 204 borse di studio: pochi numeri per sintetizzare un viaggio cominciato a Cittanova (Reggio Calabria) e che ha attraversato l’Italia, dal Parco del Cilento a quello d’Abruzzo, fino alle Cinque terre, da Roma al campus universitario di Savona, fino alla splendida Villa Nitti di Maratea e a Matera.

L’incontro con Perna era stato preceduto da alcune telefonate, di cui si era fatto promotore Nuccio Barillà, storico dirigente legambientino, vissute con un misto di scetticismo prima e di “frenesia creativa” subito dopo. L’obiettivo, ambizioso fino al limite della temerarietà, era quello di realizzare un corso di giornalismo residenziale di due mesi, a pagamento, in un territorio stretto fra l’Aspromonte e la Piana di Gioia Tauro, che aveva bisogno di essere “narrato” in maniera radicalmente diversa da quella consegnata alle cronache dal peso soffocante della ’ndrangheta. Insomma, un corso di giornalismo ambientale “militante”, a cui si chiedeva di partecipare con il cuore, anche per chi era chiamato a fare il docente (oltre 170 fra professionisti, esperti di settore e professori universitari).

Sarà stato per questa consapevolezza che dovendo immaginare un titolo è scoccata la scintilla di quel nome: Laura Conti. La voce che le viene dedicata nell’Enciclopedia delle donne (ecincloplediadelledonne.it), curata da Renata Borgato, ne descrive così le qualità: obiettività scientifica e partecipazione affettuosa, lucidità di analisi e impegno militante. Sono i valori che abbiamo cercato di trasmettere attraverso il corso di giornalismo ambientale promosso da Legambiente e “La Nuova Ecologia”. C’era sembrato, in quel dicembre di ventuno anni fa, il modo migliore di tenerne viva la memoria. E ricordarlo oggi, nel centenario della nascita, è la maniera più semplice che abbiamo per dirle, ancora, grazie.

 * direttore di “Nuova Ecologia” dal 1996 al 2005 e dal 2016 al 2018

Leggi anche:
Laura Conti, una donna che ha anticipato i tempi
Laura Conti, il nostro percorso comune
Seveso, più di mese dopo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Enrico Fontana
Giornalista. membro della segreteria nazionale di Legambiente. Responsabile dell’Osservatorio Ambiente e legalità di Legambiente

Articoli correlati

Protetto: QualEnergia marzo/aprile 2021

CLICCA QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA ATTIVA UN ABBONAMENTO ACQUISTA UNA COPIA SFOGLIA I NUMERI PRECEDENTI (FREE)

QualEnergia marzo/aprile 2021

ITALIA CLIMATE NEUTRAL 2050 FOCUS SUL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA   RISERVATA AGLI ABBONATI: CLICCARE QUI PER SFOGLIARE LA RIVISTA IN OMAGGIO PER TUTTI: CLICCARE QUI...

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano
Ridimensiona font
Contrasto