Nel 2030 lo spreco alimentare nel mondo aumenterà del 30%

Una nuova analisi prevede che lo spreco alimentare, se proseguono i trend attuali, raggiungerà un totale di 2,1 miliardi di tonnellate nel 2030. In pratica, 66 tonnellate al secondo di cibo gettato nella spazzatura

spreco alimentare

Una nuova analisi del Boston Consulting Group (BCG)  ha rilevato che lo spreco alimentare globale aumenterà di oltre il 30% entro il 2030 se non verrà intrapresa alcuna azione. Le cifre assolute sono ancora più allarmanti: si prevede che un totale di 2,1 miliardi di tonnellate di cibo venga gettato via o, nel caso delle merci deperibili, perso. In pratica, 66 tonnellate al secondo di rifiuti alimentari.

Attualmente, circa 1,6 miliardi di tonnellate di cibo vengono sprecate ogni anno, con perdite di 1,2 trilioni di dollari ed emissioni pari all’8% del totale annuoMa mentre la consapevolezza dello spreco alimentare sta crescendo, i tentativi di affrontare il problema restano al palo. 

Le Nazioni Unite sperano di dimezzare la quantità di cibo che gettiamo nella spazzatura entro il 2030. Ma è indispensabile l’azione congiunta di governi, aziende e consumatori, per cambiare in maniera significativa le abitudini alimentari e il sistema di commercio del cibo. Altrimenti, sarà tutto inutile.