sabato 24 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Natale sostenibile, gli eco-consigli del progetto ECCO

Quello che ci apprestiamo a vivere non sarà un Natale come gli altri a causa dell’emergenza Covid-19. Passare un Natale che abbia comunque a cuore l’ambiente e la sostenibilità è possibile. A raccontare come si fa è il progetto ECCO – Economie Circolari di Comunità di Legambiente attraverso il Vademecum dell’Eco Natale. Ecco una serie di spunti pratici per trascorrere le festività in modo ecologico e solidale attraverso piccole azioni concrete.

Gli addobbi? Sostenibili!

È difficile immaginare un Natale senza luci, meglio allora illuminarlo con i led o con lampadine a basso consumo di energia. Per l’albero o per decorare la casa è possibile realizzare allestimenti con materiali naturali come legno, rafia, spago, pasta o con oggetti riciclati. Carta e cartoncino, per esempio, possono aiutarti a realizzare palline di Natale da colorare o rivestire con lana e materiale tessile inutilizzato. Con legno e spago puoi realizzare, ad esempio, ghirlande, segnaposto e centrotavola.

Regali a filiera corta

Nello scegliere i regali, opta per oggetti e prodotti provenienti da filiere certificate. Natale può̀ essere anche un’occasione preziosa per conoscere e sostenere piccole realtà̀ imprenditoriali e prodotti artigianali di qualità̀. Prova, per esempio, a contattare i gruppi di acquisto solidale vicini a casa tua o a riferirti, soprattutto in questo momento delicato per il paese, ai negozi di prossimità dando supporto alle piccole botteghe.

Scegli il vintage e la moda green

Gli acquisti natalizi sono spesso legati ai capi di abbigliamento. Puoi abbattere l’impatto ambientale legato al tuo guardaroba optando per la moda sostenibile, scegliendo aziende e cooperative che producono nuovo filato da materiale riciclato e da fibre tessili rigenerate, oppure acquistare ai mercatini dell’usato. Nei mercatini si trova di tutto: dai mobili agli elettrodomestici, dall’oggettistica alle attrezzature per lo sport. Sono tantissimi, infatti, i materiali che possono essere sottratti alla discarica per essere reimmessi in commercio e che possono diventare regali di Natale di valore.

Il nuovo pc è rigenerato!

Computer, tablet, cellulari ed apparecchiature elettroniche possono essere recuperati, rigenerati e reimmessi in commercio. Acquistare un dispositivo informatico rigenerato è una scelta doverosa se vogliamo prenderci cura dell’ambiente: ogni anno, produciamo oltre 1 milione di tonnellate di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) e ne recuperiamo solo il 39%. I dispositivi elettronici rigenerati e ricondizionati costano meno, sono al 100% funzionanti, coperti da garanzia e aiutano il Pianeta.

Regala a chi ne ha bisogno

Molte associazioni per il periodo natalizio offrono la possibilità di effettuare acquisti i cui proventi contribuiscono a fare del bene. Puoi donare un pasto natalizio ai più fragili, o decidere di cedere un oggetto a chi ne ha bisogno. Puoi, inoltre, scegliere di regalare il tuo tempo, contribuendo a una o più azioni di volontariato locale.

Riciclo creativo

Un’altra buona abitudine è quella di donare oggetti che non si usano più̀. Regalare qualcosa di proprio ha ancora più̀ valore e per confezionare i regali basta un po’ di creatività̀: avete mai pensato per esempio di utilizzare carta di giornale, volantini pubblicitari e materiale di recupero per incartare i vostri doni? O recuperare vecchi sacchetti di carta da rivestire con colla vinilica e ritagli di vecchi libri o fumetti?

Regali fai da te

Per regalare qualcosa a Natale non è necessario spendere troppo. Anzi, a volte non è necessario spendere affatto: basta avere un po’ di tempo a disposizione e un pizzico di fantasia per creare un regalo home made capace di stupire chi lo riceverà. Realizzare saponi e cosmetici naturali, per esempio, è più semplice di quanto si pensi: bastano sapone di Marsiglia, oli vegetali, spezie e aromi. Se hai in casa delle piante aromatiche puoi confezionare dei sacchetti profumati per gli armadi. Dal riciclo dei tessuti, invece, puoi creare facilmente borse, tappeti e addobbi.

A tavola, zero sprechi

Fai una spesa intelligente e prediligi prodotti tipici ‘Made in Italy’, di qualità e di stagione, provenienti, se possibile, da agricoltura biologica o dal circuito del commercio equosolidale. Non gettiamo gli avanzi dei pasti ma consumiamoli nei giorni successivi, riutilizzandoli magari come ingredienti per nuove ricette.

Usa e getta? No grazie!

A tavola privilegia sempre stoviglie riutilizzabili, tovaglioli di stoffa e acqua in caraffa o in bottiglie di vetro. Se è proprio necessario ricorrere all’usa e getta, acquista stoviglie monouso realizzate con materiale compostabile.

I RiHub del progetto ECCO

Inoltre, nei luoghi in cui si sviluppa il progetto ECCO, poli di economia circolare chiamati RiHub e disseminati in 13 regioni italiane, sono al via una serie di iniziative green e solidali. In Piemonte, ad Alpignano, Legambiente Cascina Govean organizza incontri di riciclo creativo legati, in vista delle festività, anche agli addobbi natalizi derivanti da materiale di scarto. In Friuli-Venezia-Giulia, a Gemona, il centro del Riuso Maistrassà, ha creato dei cesti natalizi composti da articoli di produzione locale mentre in Campania, a Succivo (CE), Casale di Teverolaccio, luogo dedicato all’ agri-ecologia, propone l’iniziativa “Pacchi Solidali”, contenenti prodotti derivati dalla loro filiera agricola per sostenere progetti di agricoltura sociale. In Lazio, a Roma, Legambiente Mondi Possibili apre al delivery sostenibile: grazie a una collaborazione con Economia Carceraria e il servizio di noleggio Bici & Motori, realizzerà un servizio di consegna di prodotti locali in mobilità sostenibile. Attraverso l’acquisto di una “cassetta circolare”, poi, il 5% del ricavato verrà speso per generi alimentari di prima necessità da donare ai più bisognosi. In Puglia, il Centro del riuso di Maruggio popone ‘ECCO Babbo Natale’, iniziativa di raccolta pc malfunzionanti o inutilizzati da rigenerare e donare ai più giovani per sostenere la didattica a distanza. In Basilicata, a Potenza, Scambiologico, emporio di prodotti sfusi del territorio, biologici, del commercio equo e solidale e dell’artigianato locale, propone il cestino natalizio a Km0 e regala a tutti l’agenda 2021 del progetto ECCO, realizzata da Pacini Editore. Infine, in Veneto, la Green Station di San Stino di Livenza realizza un albero con legna recuperata dal bosco del paese, che abbellirà con addobbi preparati con materiale riciclato dagli studenti delle scuole elementari e medie.

E per realizzare addobbi e regali sostenibili è previsto l’evento ‘Pazzo Natal – gli eco consigli che ti addobbano per le feste’, un incontro online che propone mini laboratori di riciclo creativo e cucina anti-spreco in vista delle festività natalizie. L’evento si terrà il 9 dicembre alle 18.00 e sarà possibile seguirlo in diretta streaming dalle pagine Facebook Economie Circolari e Civico 5.0

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Azione climatica, l’impegno europeo per ridurre le emissioni è ancora insufficiente

Il nuovo Pacchetto legislativo Clima-Energia “Fit for 55” proposto dalla Commissione lo scorso 14 luglio è inadeguato a fronteggiare la crisi climatica e a mantenere vivo l’obiettivo di 1.5°C. Un obiettivo ambizioso ma possibile

G20, Cingolani: “Raggiunto un accordo unico sulla tutela della natura”, in piazza cresce la protesta

Secondo il ministro il documento riprende la visione del Pnrr italiano: tutela degli ecosistemi e della biodiversità, economia circolare, finanza green I difficili negoziati sulla transizione ecologica

Al via “La Compagnia del suolo”, nove tappe per analizzare la salute dei terreni agricoli

L'iniziativa, organizzata nell'ambito del progetto "Cambia la Terra", punta ad attraversare l’Italia da nord a sud in nove tappe, a partire dal 28 luglio fino alla prima metà di ottobre

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Al via “La Compagnia del suolo”, nove tappe per analizzare la salute dei terreni agricoli

L'iniziativa, organizzata nell'ambito del progetto "Cambia la Terra", punta ad attraversare l’Italia da nord a sud in nove tappe, a partire dal 28 luglio fino alla prima metà di ottobre

Rete EducAzioni, la scuola in presenza è l’unica opzione

L'appello del coordinamento di cui fa parte tra gli altri il Forum Disuguaglianze Diversità, le Scuole senza zaino, Saltamuri e Asvis al governo e al ministro dell'istruzione. Per un'istruzione senza disparità

G20 a Napoli, il controvertice dell’ecosocialforum

Una tre giorni dal basso, di informazione, di confronto e di mobilitazione. Insieme i Fridays for future, Extinction Rebellion, Greenpeace e tanti comitati locali: sono le "bees against G20"

Formula 1, Vettel raccoglie i rifiuti sugli spalti di Silverstone

Uscito anzitempo al Gran Premio di Gran Bretagna il pilota tedesco ha deciso di dare una mano per ripulire il circuito di Silverstone

FestambienteSud, al via il 23 luglio la XVII edizione del Festival di Legambiente

Appuntamento dal 23 al 25 luglio a Monte Sant’Angelo e dal 31 luglio al 2 agosto a Vieste e in Foresta Umbra. Annunciati i Comuni Ricicloni e quelli virtuosi per la raccolta differenziata che riceveranno un premio speciale
Ridimensiona font
Contrasto