giovedì 29 Luglio 2021

Acquista

Login

Registrati

Mosaico Verde: strumento per mitigare gli impatti delle aziende

Sessanta milioni di alberi da piantare, appello della Comunità Laudato sìNell’era dei cambiamenti climatici sempre più aziende scelgono di investire in un modello di sviluppo sostenibile, integrando la sostenibilità all’interno delle proprie strategie aziendali e attuando politiche ambientali innovative per ridurre l’impatto aziendale sul territorio.

Mosaico Verde fa da ponte alle esigenze di enti pubblici e aziende, supportandoli nella realizzazione di nuove aree verdi e nella gestione sostenibile di quelle esistenti a beneficio dell’ente e delle comunità locali. La Campagna Mosaico Verde – nata dall’impegno di AzzeroCO2, società che da anni si occupa di supportare le aziende e gli enti pubblici nel migliorare le performance energetico-ambientali, e Legambiente, l’associazione ambientalista più diffusa in Italia, dimostra come dall’impegno congiunto di aziende e enti locali si possa creare valore condiviso e partecipazione congiunta nella definizione di piani per l’adattamento ai cambiamenti climatici.

Il 7 novembre 2019 alle ore 10, nel corso della manifestazione Ecomondo (Rimini Fiera), presso lo stand di Legambiente (Stand 100 – Padiglione D7) si terrà il convegno “Impronta ambientale e strategie di riduzione delle emissioni. Mosaico Verde come strumento per mitigare gli impatti delle aziende sul territorio”.

L’analisi dell’impronta ambientale di processi, prodotti o servizi, come ad esempio la carbon footprint oppure l’LCA, è il primo passo per garantire un controllo delle emissioni generate dalle attività aziendali e una corretta gestione di eventuali criticità.

La Campagna Mosaico Verde si ispira e si integra a questo processo di analisi come strumento concreto di mitigazione degli impatti delle aziende, con la capacità di restituire un valore ambientale, economico e sociale al territorio. L’obiettivo è ambizioso, piantare nei prossimi anni 300.000 mila nuovi alberi e tutelare 30.000 ettari di boschi e aree verdi esistenti, ma non irraggiungibile. Nel corso del convegno verranno presentati i dati aggiornati del secondo anno della campagna e i progetti di riqualificazione e tutela già avviati con successo, grazie all’impegno delle aziende presenti.

Per partecipare al convegno è necessario registrarsi attraverso il form presente sulla pagina ufficiale dell’evento preferibilmente entro il 28 ottobre.

info: info@mosaicoverde.it; www.mosaicoverde.it

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Napoli, maxi operazione contro i datterari: 18 arresti

123 indagati, 245 capi di imputazione, 3mila euro di danno per metro quadrato, oltre 6 chilometri di costa devastata. Sono i numeri della vasta operazione portata a termine  dalla Procura di Torre Annunziata e dalla Capitaneria di Porto

Il naufragar m’è dolce in questo mare (di libri)

Dal mensile. Da Omero alla letteratura contemporanea del Nord Europa, dai romanzi di Melville alle poesie di Rimbaud. Un’immersione nelle profondità della letteratura

Un oceano in miniatura

Dal mensile. Il Mediterraneo è un distillato di tutte le sfide e le contraddizioni che ritroviamo su scala globale, dalle temperature medie sempre più calde all’invasione di specie aliene

Roberto Danovaro: “Per vivere bene sul pianeta abbiamo bisogno dell’oceano sano”

Dal mensile. Professore di Biologia marina e presidente della Stazione zoologica “Anton Dohrn”, spiega perché è importante studiare i mari e quanto resta ancora da fare per tutelare quelli italiani

Scrigno d’acqua

Dal mensile. Biodiversità, cibo, energia, materie prime. I servizi ecosistemici che rendono possibile la vita sulla Terra possono nutrire l’economia del futuro. Se gli ecosistemi marini saranno ben tutelati
Ridimensiona font
Contrasto