Milano: è mozione per l’emergenza climatica in città

Il Consiglio comunale con quest’atto impegna il sindaco alla dichiarazione di emergenza. E a predisporre entro sei mesi iniziative per la riduzione delle emissioni e per l’introduzione di energie rinnovabili. E per incentivare il risparmio energetico

Sforati i limiti di pm10 a Milano

Il Consiglio comunale di Milano ha approvato la mozione relativa alla “dichiarazione di emergenza climatica e ambientale” in città. Il documento, presentato dal consigliere del Pd Carlo Monguzzi, è stato approvato con 31 voti a favore (maggioranza di centrosinistra, più Movimento 5 Stelle e Basilio Rizzo) e sei contrari (Milano Popolare, Forza Italia, Lega).

La mozione impegna il sindaco “a dichiarare lo stato di emergenza climatica e ambientale, a predisporre entro sei mesi iniziative per la riduzione delle emissioni e per l’introduzione di energie rinnovabili, per incentivare il risparmio energetico nei settori della pianificazione urbana, nella mobilità, negli edifici, nel riscaldamento e raffreddamento, sviluppando ulteriormente il progetto di riforestazione urbana già in atto”. Il sindaco, la giunta e il Consiglio comunale si impegnano poi a “intensificare il coinvolgimento attivo di cittadini e associazioni nel processo di individuazione delle criticità ambientali e nella loro soluzione e farsi parte attiva presso il governo e la Regione perché prendano provvedimenti analoghi”. Infine, con l’approvazione del documento l’aula di Palazzo Marino aderisce allo sciopero mondiale contro i cambiamenti climatici del‪ 24 maggio 2019‬.