martedì 26 Gennaio 2021

Microplastiche nell’acqua in bottiglia: è allarme

Microplastiche nell'acqua in bottiglia

325 particelle di plastica in media per ogni litro d’acqua venduto, con picchi fino a 10.000. Sono questi i dati risultanti dall’analisi di 259 bottiglie di 11 marche diverse, provenienti da 19 località in 9 nazioni del mondo. Secondo la ricerca condotta dal Dipartimento di geologia e scienze ambientali dell’Università di New York a Fredonia solo 17 bottiglie sul campione analizzato sarebbero prive di plastiche. E le particelle trovate sono il doppio di quelle presenti nell’acqua di rubinetto, comparando i dati con quelli di una precedente ricerca.

All’indomani della pubblicazione dei risultati dell’analisi commissionata da Orb media, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha annunciato che aprirà un’indagine. Il portavoce dell’Oms ha infatti spiegato al Guardian che, pur non essendoci ancora evidenze scientifiche dell’impatto sulla salute umana, si tratta senza dubbio di un’area emergente di preoccupazione. È dunque in programma un’agenda di ricerca per formare una più accurata valutazione del rischio. Dal settore scientifico di Legambiente, arriva una conferma sulle azioni per il contrasto della contaminazione da microplastiche in Europa e in Italia: “L’inquinamento da plastica e microplastiche è al centro della strategia europea sulla plastica, presentata lo scorso gennaio dalla Commissione europea. Con essa si stanno predisponendo misure efficaci per ridurre il monouso e l’usa e getta. Da Bruxelles è arrivato anche un importante riconoscimento per il modello italiano e per le esperienze plastic-free e di riciclo messe in atto in questi anni dal nostro Paese, che ha fatto da apripista nel panorama europeo e mondiale: adesso queste strategie devono però  tradursi in azioni concrete e proposte legislative coerenti, garantendo un sistema di controlli efficace, nuove misure per contrastare l’usa e getta e ridurre l’uso eccessivo di acque in bottiglia, con un conseguente minor consumo di grandi quantità di plastica”. Hanno detto alla Nuova Ecologia Andrea Minutolo e Giorgio Zampetti.

Sono tante e importanti le marche finite nel mirino dell’inchiesta di Orb media. Dall’ Evian (Danone) fino alla San Pellegrino (Nestlé). Ma alcune di loro non ci stanno e denunciano i metodi usati nella ricerca. Sono Coca-Cola, Nestlé, Gerolsteiner e Danone. Nestlé è stata interpellata dal Guardian per un commento su nuove indagini condotte dal gruppo Story of stuff, attivo nella ricerca sulle microplastiche. Ma non ha dato alcuna risposta. Quello della contaminazione da microplastiche è un ambito ampio, perché le particelle possono essere facilmente condotte dall’aria, dagli abiti e dalle persone. Ma soprattutto, sono un inquinamento di ritorno. “Sappiamo che le microplastiche sono aumentate negli animali marini e questo vuol dire che anche noi siamo esposti alla contaminazione, alcuni di noi ogni giorno” – avverte Jaqueline Savitz, del gruppo Oceana. Un vero e proprio boomerang, da analizzare e bloccare all’origine.

 

Articoli correlati

Fusione dei ghiacci a ritmi record, dal ’94 persi 28 trilioni di tonnellate

Il primo studio effettuato con dati satellitari da un gruppo di ricerca dell'Università di Leeds conferma che il fenomeno è ormai in linea con gli scenari più preoccupanti previsti dagli esperti

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Emilia-Romagna a biogas, una regione circolare

Transizione verso le rinnovabili, ottimizzazione della differenziata e riduzione degli spandimenti fuori legge. Sono i vantaggi degli impianti a biometano

Life Delfi, cresce la rete di soccorso dei mammiferi marini in difficoltà

Nel primo anno di attività il progetto europeo ha permesso di formare e attivare i futuri rescue team che interverranno in mare o sulle coste per salvare cetacei spiaggiati o rimasti impigliati nelle reti da pesca

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente