“La microgiungla del mare” pedala fino in Puglia

Domenica 12 luglio alle 19.30 l’autore Domenico D’Alelio, ciclo-amatore, ricercatore e rubrichista de La Nuova Ecologia, presenterà il libro in Piazza Don Bosco a San Giovanni Rotondo /Incontri con l’autore In nome di Gaia

Il circolo Legambiente di San Giovanni Rotondo, con il patrocinio del Comune di San Giovanni
Rotondo, in collaborazione con l’associazione WildBoar Bike Club, organizza la presentazione
del volume “La microgiungla del mare” (HOEPLI editore) di Domenico D’Alelio. L’iniziativa si svolgerà (con norme antiCovid) in Piazza Don Bosco, domenica 12 luglio alle ore 19.30. Discuteranno con l’autore, il ricercatore Gianfranco Pazienza e il giornalista Gennaro Tedesco.

Domenico D’Alelio e un gruppo di cicloamatori, appartenenti al progetto di ciclo-staffetta
“Maesothalassia” del luglio 2015, raggiungerà la città di san Pio con la sua inseparabile bicicletta,
percorrendo un pezzo di via Francigena, da Siponto a Monte Sant’Angelo fino a San Giovanni
Rotondo. Pedaleranno con D’Alelio anche i ciclisti dell’associazione WildBoar Bike Club. Sarà un
modo per discutere dei tanti problemi legati al mare e per promuovere la mobilità sostenibile e il ciclo turismo garganico.

A partire dalla Stazione Zoologica nel Golfo di Napoli, dove svolge l’attività di ricercatore,
Domenico D’Alelio presenta il plancton in maniera multidimensionale, dettaglia l’enorme biodiversità di vegetali e di animali microbici, dalle forme aliene e dai comportamenti
singolari, e svela la sua importanza globale. La miriade di microscopiche forme di vita che abitano
in una sola goccia di mare intesse senza sosta una fitta rete che lega gli elementi chimici e la
fotosintesi acquatica, l’origine della vita e i cambiamenti climatici, le risorse ittiche e l’inquinamento umano. Domenico D’Alelio è ricercatore alla Stazione zoologica di Napoli e vice-presidente dell’Associazione Italiana di Oceanologia e Limnologia. Oltre che di numerose pubblicazioni scientifiche, è autore della rubrica mensile Profondo Blu sulle pagine de “La Nuova Ecologia”.