Micillo all’Ecoforum: “No a impianti in territori che hanno già pagato”

Il sottosegretario è intervenuto all’evento organizzato da Legambiente, La Nuova Ecologia e Kyoto Club sull’economia circolare

Salvatore Micillo

“È difficile far accettare gli impianti di rifiuti sui territori, se per tanti anni in quei territori i rifiuti sono stati visti come qualcosa di negativo. Credo che, nei territori dove ci sono stati impatti forti sui rifiuti, parlare di impianti sia qualcosa da mettere da parte. Anche gli inceneritori sono da mettere da parte, e chiudere con quel ciclo di rifiuti che non ha più senso. Bisogna invece provare a ridurli a monte. Per noi è un sogno far arrivare il più possibile vicino allo ‘zero’ tutto quello che arriva in discarica”. Così il sottosegretario all’Ambiente Salvatore Micillo intervenendo alla quinta edizione dell’Ecoforum organizzato da Legambiente, La Nuova Ecologia e Kyoto Club.

“La qualità della raccolta differenziata, il recupero e il riciclo, l’economia circolare – ha continuato Micillo – sono tutte cose che vogliamo fare, e che porteremo avanti. Parliamo di milioni di posti di lavoro, con questa nuova filiera”.