‘Metti in circolo il Cambiamento’, bando per 60 giovani

L’iniziativa è promossa dall’associazione Lvia e rivolto ai ragazzi tra 18 e 32 anni delle province di Cuneo, Torino, Firenze, Palermo e Forlì Partecipa al bando

volontari

Un bando aperto fino al 31 ottobre per la selezione di 60 giovani a cui verrà offerta la possibilità di partecipare gratuitamente a percorsi formativi individualizzati per rafforzare le competenze nell’ambito della green and blue economy. A emanarlo è l’associazione di solidarietà e cooperazione internazionale Lvia (Associazione internazionale volontari laici).

Focus del bando sono la gestione responsabile delle risorse naturali, la riduzione e valorizzazione dei rifiuti, lo sviluppo economico sostenibile. Il bando è rivolto a giovani tra i 18 e i 32 anni delle province di Cuneo, Torino, Firenze, Palermo e Forlì. Questi territori sono infatti attivi nelle azioni del progetto ‘Metti in circolo il Cambiamento’ che coinvolgerà studenti e insegnanti delle scuole secondarie, amministrazioni comunali e cittadini in Piemonte, Toscana, Emilia-Romagna e Sicilia. Il progetto è promosso dall’associazione Lvia in partenariato con Legambiente, associazione Eufemia, Confcooperative, WeMake, i FabLAb locali e con i Comuni di Torino, Firenze, Palermo, Cuneo, Castelbuono, Borgo San Lorenzo, l’Unione montana dei comuni del Mugello, il patrocinio di Forlimpopoli, e grazie al co-finanziamento dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e il contributo della Fondazione Crc di Cuneo.

I vincitori si ritroveranno a Firenze tra il 5 e l’8 dicembre per un campus residenziale. L’esperienza formativa continuerà poi nei rispettivi territori dove, grazie all’accompagnamento di un tutor ed al coinvolgimento di associazioni di categoria, verranno proposti percorsi “on the job” declinati sulle competenze e sugli interessi dei singoli presso aziende, comuni, cooperative, fablab e associazioni. I migliori progetti elaborati nel corso della formazione parteciperanno al concorso dedicato alle migliori idee green che si concluderà con la premiazione delle 12 proposte più interessanti che saranno finanziate con un fondo di 3.000 euro per il loro sviluppo.