venerdì 14 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

“Metà delle merci movimentate in città potrebbe essere trasportata in bici”

Ermes Ros di Triclò

Consegnare merci a pedali ed essere in grado di sostenersi economicamente si può. Lo dimostra l’esperienza di Triclò, un’impresa nata nel 2011 a Padova e oggi operativa anche a Vicenza, Verona, Treviso, Mestre e Venezia, dove ovviamente le consegne sono a piedi. Sui circa quaranta operatori di ciclologistica presenti in Italia, Triclò è la realtà più strutturata, ma resta comunque una nicchia di mercato. La Nuova Ecologia ne ha parlato con il titolare e fondatore, Ermes Ros.

Come nasce la vostra azienda?
Lavoro nella logistica da molti anni. Con la crisi ho dovuto reinventarmi: uscendo dalla multinazionale di cui ero dipendente, ho pensato di lanciare un nuovo tipo di servizio, adatto alle mutate esigenze di trasporto. Con il web, infatti, è venuta a mancare la necessità di consegnare documenti cartacei, ma è iniziata l’era della consegna di merci vendute attraverso l’e-commerce. Triclò nasce anche con una grande spinta ideale, quella di realizzare questo servizio senza inquinare.

Come fate a essere competitivi rispetto a un corriere a motore?
Siamo specializzati nelle consegne in zone a traffico limitato, dove ci muoviamo meglio e più velocemente rispetto ai furgoni usati dai corrieri, che hanno difficoltà di circolazione e sosta. I nostri magazzini sono a ridosso dei centri storici: qui arriva la merce e noi la recapitiamo a una distanza fra i 5 e i 10 km. Usiamo soprattutto mezzi a tre ruote, con pedalata assistita, che hanno una capacità di carico di 1,5 m3 e possono trasportare fino ai 200 kg, come un furgoncino. Sempre più rispondiamo alla richiesta di consegna della spesa a domicilio. Lo facciamo per i punti vendita della grande distribuzione e per i negozi di biologico, che sono nostri partner naturali e hanno l’interesse a fornire un servizio in più ai loro clienti.

Che prospettive di sviluppo vede per il futuro?
Per ora ci misuriamo con economie minime, ma abbiamo grandi potenzialità di sviluppo dato che il 50% di tutte le merci movimentate in città potrebbe essere trasportate in bici. Abbiamo deciso di non aprire sedi in altre città e di concentrarci sul Veneto, ma siamo in rete e collaboriamo con diversi operatori di ciclologistica a livello nazionale. Così siamo in grado di offrire ai nostri clienti un servizio il più esteso possibile. Ci sosteniamo a vicenda, perché condividiamo la visione di un futuro diverso per le città italiane.

Elisa Cozzarini
Laureata in Scienze Politiche a Trieste, come giornalista si occupa di ambiente, e in particolare di fiumi, da oltre dieci anni. Si dedica al racconto del territorio del Friuli Venezia Giulia e del Veneto attraverso la scrittura, la fotografia e l'audiovisivo. Ha pubblicato diversi libri per Ediciclo/Nuovadimensione, tra cui "Radici liquide. Un viaggio inchiesta lungo gli ultimi torrenti alpini", 2018, finalista al Premio Mario Rigoni Stern.

Articoli correlati

Il 13 maggio l’overshoot day per l’Italia

Lo segnala il Global footprint network, che calcola l'impronta ecologica di ciascun Paese e quello globale. Dal 14 e fino alla fine dell'anno in corso il nostro Paese andrà in debito con la Terra  

International Day of Light, 7 scienziati che hanno rivoluzionato il mondo dell’energia

Il 16 maggio si celebra la Giornata internazionale della luce. Da Benjamin Franklin a Nikola Tesla, le persone che hanno illuminato il mondo  

Una mascherina chirurgica può rilasciare fino a 173mila microfibre al giorno in mare

Lo rileva uno studio dell'Università di Milano-Bicocca. Per le specie marine possibili danni da ostruzione in seguito a ingestione ed effetti tossicologici dovuti a contaminanti chimici e biologici

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Il 13 maggio l’overshoot day per l’Italia

Lo segnala il Global footprint network, che calcola l'impronta ecologica di ciascun Paese e quello globale. Dal 14 e fino alla fine dell'anno in corso il nostro Paese andrà in debito con la Terra  

International Day of Light, 7 scienziati che hanno rivoluzionato il mondo dell’energia

Il 16 maggio si celebra la Giornata internazionale della luce. Da Benjamin Franklin a Nikola Tesla, le persone che hanno illuminato il mondo  

Una mascherina chirurgica può rilasciare fino a 173mila microfibre al giorno in mare

Lo rileva uno studio dell'Università di Milano-Bicocca. Per le specie marine possibili danni da ostruzione in seguito a ingestione ed effetti tossicologici dovuti a contaminanti chimici e biologici

Moda e sostenibilità: al via la partnership tra Apparel Impact Institute e Legambiente

L’obiettivo è sviluppare un piano di progetti e azioni per far sì che le attività della filiera di settore abbiano un impatto sempre più positivo sull’ambiente anche nel nostro Paese

I Fridays for future (e non solo) manifestano contro Eni

I presìdi sono organizzati lo stesso giorno dell'assemblea degli azionisti. Denunciano le responsabilità del cane a sei zampe nella crisi climatica e nella devastazione ambientale
Ridimensiona font
Contrasto