martedì 21 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Marmolada, Rifugio Pian dei Fiacconi distrutto da valanga

Tra quelle pareti c’erano vent’anni di vita, di sogni e progetti di Guido Trevisan, proprietario dello storico rifugio Pian dei Fiacconi, ai piedi del ghiacciaio della Marmolada. Nei giorni scorsi una enorme valanga si è staccata da Punta Penia, a 3.343 m, ha distrutto completamente metà della struttura e l’altra metà è da demolire. Nessuna persona è stata coinvolta. Il rifugio, a 2.626 metri di quota, era stato costruito nel 1946, assieme alla realizzazione di uno dei primi impianti risalita per lo sci invernale sulle Alpi, che dal Passo Fedaia portava a Pian dei Fiacconi. Anche l’arrivo della cabinovia, dismessa da un anno, è stato spazzato via dalla valanga. Il rifugio Ghiacciaio, poco più in alto, sembra invece essere stato risparmiato.
Guido e i suoi tre soci avevano deciso di puntare tutto su questo luogo. Erano certi che un rifugio ai piedi della Marmolada, la Regina delle Dolomiti, non avesse bisogno di un impianto di risalita per attrarre turisti, sia d’estate sia d’inverno. «Qui è nata l’industria dello sci da discesa e da qui può partire un nuovo modo di vivere la montagna, più lento e sostenibile», affermava Guido. I numeri della scorsa stagione gli avevano dato ragione: l’affluenza degli escursionisti saliti a piedi, alla ricerca della tranquillità e del silenzio, era stata tale da garantire la sostenibilità economica dell’attività.

Il rifugio ad agosto 2020 durante la tappa della Carovana dei ghiacciai di Legambiente

«La violenza di fenomeni come questi deve interrogarci sull’acuirsi degli eventi estremi, tra questi anche le nevicate. Sono segnali di un cambiamento climatico che dovrebbero indurci ad accelerare i processi di mitigazione e, al contempo, a mettere in atto nuove strategie di adattamento, così come stanno sperimentando a Pian dei Fiacconi, – dichiara Vanda Bonardo, responsabile di Legambiente Alpi e presidente di Cipra Italia. – Esprimiamo vicinanza ai gestori del rifugio e, oggi più che mai, sottolineiamo la nostra contrarietà alla costruzione di nuovi impianti di risalita. Chiediamo invece alla politica di sostenere chi, come Trevisan, ha dimostrato il coraggio di scelte innovative per il turismo e il futuro della montagna».
A breve partirà una raccolta fondi dal basso per la ricostruzione.
Il rifugio Pian dei Fiacconi, tra l’altro, ha ospitato, in agosto 2020, una delle tappe della Carovana dei Ghiacciai, la nuova campagna di Legambiente, realizzata con il supporto del Comitato Glaciologico Italiano per monitorare lo stato di salute dei più importanti ghiacciai alpini e per sensibilizzare le persone sugli effetti dei cambiamenti e sull’urgenza di agire per contrastarli.
Elisa Cozzarini
Laureata in Scienze Politiche a Trieste, come giornalista si occupa di ambiente, e in particolare di fiumi, da oltre dieci anni. Si dedica al racconto del territorio del Friuli Venezia Giulia e del Veneto attraverso la scrittura, la fotografia e l'audiovisivo. Ha pubblicato diversi libri per Ediciclo/Nuovadimensione, tra cui "Radici liquide. Un viaggio inchiesta lungo gli ultimi torrenti alpini", 2018, finalista al Premio Mario Rigoni Stern.

Articoli correlati

Giustizia climatica e solidarietà, torna “Puliamo il mondo”

Dal mensile di settembre. Appuntamento dal 24 al 26 settembre con la grande manifestazione di volontariato ambientale. Un’edizione speciale alla vigilia della Pre-Cop

Clima, Draghi: “Italia determinata ad affrontare l’emergenza”

L'intervento al Climate moment a New York: "Dobbiamo agire subito o non rimarremo sotto l'incremento di 1,5 °C"

Clima, il rapporto del Cmcc indica il futuro dell’Italia tra eventi estremi e siccità

I dati del Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici: aumento delle temperature di 2-5 °C entro il 2050. Incremento del rischio idrogeologico e perdite fino all’8% del Pil pro capite con nuove differenze socio-economiche tra Nord e Sud / Leggi il rapporto del CMCC

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Giustizia climatica e solidarietà, torna “Puliamo il mondo”

Dal mensile di settembre. Appuntamento dal 24 al 26 settembre con la grande manifestazione di volontariato ambientale. Un’edizione speciale alla vigilia della Pre-Cop

Parchi eolici italiani, online la prima guida turistica dedicata

Da Rivoli Veronese a Gibellina, undici gli impianti da scoprire con Legambiente attraverso una serie di itinerari tra percorsi ciclabili, borghi, arte e buona cucina diventati laboratori della transizione energetica

Commercio illegale di idrofluorocarburi, disponibile il rapporto ufficiale dell’Environmental Investigation Agency

I gas refrigeranti inquinano come emissioni di gas serra di più di 6,5 milioni di automobili in un anno. E la Romania rimane in silenzio

Attivismo giovanile, arriva lo Youth climate meeting Lazio

Appuntamento a sabato 18 settembre 2021, alle ore 16.00 presso il Parco della Garbatella a Roma

Punta Campanella, nate 82 tartarughe marine sulla spiaggia di Maiori

Con questa schiusa, la conta dei nidi di Caretta caretta in Campania sale a quota 52. Un anno da record storico
Ridimensiona font
Contrasto