mercoledì 19 Gennaio 2022

Acquista

Login

Registrati

Marine Ranger, la app del progetto Life Delfi per monitorare i cetacei nel Mediterraneo

“I soli delfini che vogliamo in rete sono quelli del Pescara Calcio”Anche le allieve e gli allievi della Pescara Calcio 1936, la società sportiva abruzzese che si identifica con il delfino, sostengono Life DELFI

Sensibilizzare le nuove generazioni sui temi della biodiversità e della pesca sostenibile: è uno dei principali obiettivi del progetto europeo Life DELFI che, attraverso la diffusione di dissuasori acustici di ultima generazione, mira a ridurre le interazioni tra delfini e pesca professionale nel mar Mediterraneo. In mare i delfini si avvicinano ai pescherecci per portar via il pescato dalle reti, un comportamento dannoso sia per l’economia della pesca, sia per i delfini che finiscono accidentalmente nelle reti (by catch).

I soli delfini che vogliamo in rete sono quelli del Pescara Calcio, è il messaggio che vogliono lanciare insieme la società sportiva abruzzese e il progetto Life Delfi e, allora, ai ragazzi e alle ragazze del Pescara Calcio è sembrato naturale indossare la t-shirt con il logo del progetto Life Delfi per i loro allenamenti.

Per il lancio dell’App Marine Ranger, il team di Life Delfi ha pensato proprio agli atleti e alle atlete delle Academy del Pescara Calcio 1936. Sono stati loro i primi ad effettuare il download dell’App Marine Ranger, un’applicazione di citizen science realizzata nell’ambito del progetto dall’associazione croata di ricerca  Blue World Institute of Marine Research and Conservation (BWI).

Un’applicazione, scaricabile da dispositivi Android e iOS, che invita tutti a diventare marine rangers e a sostenere il team di Life Delfi segnalando con foto, video e una breve descrizione i cetacei avvistati in mare. Così gli utenti aiuteranno la ricerca scientifica e sosterranno la conservazione della specie nel mar Mediterraneo. “Le segnalazioni e le osservazioni saranno di fondamentale importanza per i ricercatori – dichiara Alessandro Lucchetti di IRBIM-CNR, coordinatore di Life Delfi – impegnati a identificare le minacce e le aree di interazione con le attività antropiche di delfini, balene e foche e a intervenire rapidamente in caso di emergenza. Lo scopo è quello di sviluppare misure migliori per la conservazione dei mammiferi marini, ma anche aumentare la conoscenza dell’ecosistema marino da parte del grande pubblico”. Infatti grazie alla App sarà possibile scoprire molte informazioni su 28 specie di mammiferi marini del Mediterraneo catalogati in base alla loro presenza come “regolari”, “rari” e “visitatori”.

“Cerchiamo di dare ogni giorno alle atlete e agli atleti delle nostre Academy i valori fondamentali dello sport ma siamo ben consapevoli che il rispetto dell’ambiente e la tutela della fauna sono temi primari nella loro formazione. È per questo che siamo felici di sostenere il progetto Life Delfi con cui condividiamo l’amore per uno splendido esemplare come il delfino, in cui tutti biancazzurri si identificano”, dichiara Daniele Sebastiani presidente della Delfino Pescara 1936.

Il progetto Life DELFI, cofinanziato dal Programma LIFE della Commissione europea e coordinato da IRBIM-CNR, vede tra i partner Legambiente, le università di Padova e Siena, quattro Aree Marine Protette (Isole Egadi, Tavolara Punta Coda Cavallo, Punta Campanella e Torre del Cerrano) insieme all’associazione Filicudi Wildlife Conservation e l’istituto croato Blue World Institute.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,810FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Ridimensiona font
Contrasto