lunedì 21 Giugno 2021

Acquista

Login

Registrati

Mari, previsto un innalzamento fino a 1,35 metri entro il 2100

Lo segnalano i ricercatori dell’Istituto Niels Bohr dell’Università di Copenaghen che considerano contenute le previsioni fatte finora dall’Ipcc

L’innalzamento del livello dei mari da qui alla fine del secolo potrebbe essere più veloce e devastante di quanto è stato previsto finora. A segnalarlo è un team di ricercatori dell’Istituto Niels Bohr dell’Università di Copenaghen. Da un ultimo studio realizzato dal team, i cui risultati sono stati pubblicati da Ocean Science, è emerso che entro il 2100 l’aumento del livello dei mari arriverà a toccare quota 1,35 metri, ben al di sopra degli 1,1 metri che invece erano stati stimati dall’Ipcc (Intergovernmental panel on climate change), il principale organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici.

Come vengono effettuate le previsioni dell’Ipcc

Le previsioni di aumento del livello dei mari condotte dall’Ipcc si basano su un incastro di modelli che tengono conto dell’andamento dello scioglimento delle calotte glaciali e dei ghiacciai, dell’espansione termica e del riscaldamento delle temperature dei mari. In pratica, più la temperatura globale aumenta più alto sarà il livello dei mari.

Entro il 2100 l’aumento del livello dei mari arriverà a toccare quota 1,35 metri, ben al di sopra degli 1,1 metri stimati dall’Ipcc. A rischio soprattutto il Mediterraneo, dove l’innalzamento delle acque procede a ritmi vertiginosi

Ma per i ricercatori danesi le previsioni prodotte dall’Ipcc con questo sistema non sarebbero completamente coerenti con i dati delle serie storiche delle rilevazioni oceaniche. Lo ha spiegato al Guardian Aslak Grinsted, co-autore dello studio e professore associato dell’Istituto Niels Bohr, secondo cui i modelli usati dall’Ipcc “non sono abbastanza sensibili” in quanto “non colpiscono nel segno quando li confrontiamo con il tasso di innalzamento del livello del mare che vediamo”. Ne consegue una discrepanza rispetto all’aumento del livello dei mari, calcolata in 25 cm dal team di ricercatori danesi, “confrontando scenari futuri con osservazioni che risalgono indietro nel tempo”.

Insomma, l’innalzamento dei mari è un fenomeno ancora che potrebbe essere ancora più preoccupante di quanto è stato riportato finora. E i suoi effetti si preannunciano difficili da contenere soprattutto nell’area del Mediterraneo, dove questo andamento continua a crescere di intensità.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Traffico illecito di rifiuti: 29 arresti in Calabria

Custodia cautelare in carcere per quindici degli indagati, domiciliari per gli altri. L'operazione diretta e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

La siccità rischia di essere “la prossima pandemia”

Ad affermarlo è l'Onu in un nuovo report. Almeno 1,5 miliardi di persone sono state direttamente colpite in questo secolo con un costo stimato di 124 miliardi di dollari

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

“Tra le pagine del mare”, il concorso letterario che racconta le località costiere italiane

L'iniziativa è organizzata dall’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, in collaborazione con Primiceri Editore. Saranno selezionati brevi racconti inediti, ambientati nei centri del nostro Paese affacciati sul mare

Dal 18 al 27 giugno il Decrescita Felice Bike Tour 2021

La manifestazione è alla sua sesta edizione. Un percorso di 300 km a tappe per amanti delle due ruote organizzato da Movimento per la Decrescita Felice e Altri Mondi Bike Tour

Roma, il Festival circolare alla Città dell’altra economia

Dal 16 al 18 giugno in mostra i protagonisti e le esperienze del progetto di educazione alla cittadinanza globale “Metti in circolo il cambiamento”. Spazio alle tredici idee vincitrici e alle esperienze di imprenditoria circolare

Sos tartarughe marine

Legambiente lancia un numero unico per raccogliere le segnalazioni di tracce o di piccoli di tartaruga sui litorali italiani. Un invito a mobilitarsi in modo semplice, inviando un messaggio whatsApp o un sms al 349 2100989
Ridimensiona font
Contrasto