Mamme no Pfas a ministri Ue, limiti zero in acqua potabile

In un video l’appello al Consiglio Ambiente in programma giovedì.  “Non vogliamo che questo succeda a nessun altro in Europa” / L’inchiesta “Pfas da fermare”di Elisa Cozzarini

Mamme No Pfas, il video

Uno speciale messaggio che trenta famiglie del Veneto hanno realizzato per sensibilizzare sulla gravità della contaminazione da Pfas e indirizzato ai ministri dei Ventotto, ai commissari Ue Canete (clima) e Vella (ambiente) e alla presidente di turno del Consiglio Ue Ambiente, l’austriaca Elisabeth Koestinger. Un video con sottotitoli in inglese indirizzato a tutti i ministri dell’ambiente Ue per chiedere limiti zero delle sostanze perfluoroalchiliche (Pfas) nell’acqua potabile. I ministri si riuniranno giovedì prossimo a Bruxelles e all’ordine del giorno c’è anche un punto sullo stato dei lavori della direttiva acque potabili, passata in Europarlamento ma ancora all’esame dei paesi Ue. “Abbiamo sempre bevuto l’acqua del rubinetto e ora abbiamo i Pfas nel sangue”, dicono i genitori nel video, aggiungendo “non vogliamo che questo succeda a nessun altro in Europa” e per questo “chiediamo limiti Pfas zero” nelle acque potabili.