sabato 19 Giugno 2021

Acquista

Login

Registrati

Maggio 2020, caldo record e massima concentrazione di CO2

Non solo Coronavirus. La World meteorogical Organization (Organizzazione meteorologica mondiale) ha dichiarato che il mese scorso è stato il maggio più caldo mai registrato, con un incremento di 0.63°C rispetto alla media 1981-2010 e temperature anomale anche in Siberia

Nello stesso mese, indicano le misurazioni dell’Osservatorio Hawaiiano di Mauna Loa, anche i livelli di anidride carbonica (CO2) in atmosfera hanno raggiunto un nuovo massimo nonostante il rallentamento economico da Covid-19. Secondo la National oceanic and atmospheric administration Usa (Noaa) e la Scripps Institution of Oceanography dell’università della California – San Diego, la stazione di osservazione a maggio ha misurato un picco stagionale delle concentrazioni di CO2 di 417,1 parti per milione (ppm), la più alta mai registrata. Il lockdown, come prevedibile, non è stato sufficiente a far scendere la concentrazione di gas inquinanti in atmosfera, che hanno effetti persistenti e duraturi. La crisi sanitaria ha rallentato le emissioni, ma non abbastanza per far evidenziare cambi sensibili in a Mauna Loa.

Venerdì scorso, in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente, l’appello della Wmo affinché gli Stati rinnovino i loro sforzi per affrontare le minacce climatiche. Gli ha fatto eco l’appello del Segretario Generale dell’ONU António Guterres, che ha affermato che la Natura ci sta “inviando un messaggio chiaro: stiamo danneggiando il mondo naturale – a nostro danno. Il degrado degli habitat e la perdita di biodiversità stanno accelerando, le perturbazioni climatiche stanno peggiorando. Incendi, inondazioni, siccità e super tempeste sono più frequenti e dannosi, gli oceani si stanno riscaldando e acidificando, distruggendo gli ecosistemi corallini. E ora, il nuovo coronavirus sta imperversando, minando la salute e i mezzi di sussistenza. Per prenderci cura dell’umanità, dobbiamo prenderci cura della natura”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Traffico illecito di rifiuti: 29 arresti in Calabria

Custodia cautelare in carcere per quindici degli indagati, domiciliari per gli altri. L'operazione diretta e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

La siccità rischia di essere “la prossima pandemia”

Ad affermarlo è l'Onu in un nuovo report. Almeno 1,5 miliardi di persone sono state direttamente colpite in questo secolo con un costo stimato di 124 miliardi di dollari

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

“Tra le pagine del mare”, il concorso letterario che racconta le località costiere italiane

L'iniziativa è organizzata dall’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, in collaborazione con Primiceri Editore. Saranno selezionati brevi racconti inediti, ambientati nei centri del nostro Paese affacciati sul mare

Dal 18 al 27 giugno il Decrescita Felice Bike Tour 2021

La manifestazione è alla sua sesta edizione. Un percorso di 300 km a tappe per amanti delle due ruote organizzato da Movimento per la Decrescita Felice e Altri Mondi Bike Tour

Roma, il Festival circolare alla Città dell’altra economia

Dal 16 al 18 giugno in mostra i protagonisti e le esperienze del progetto di educazione alla cittadinanza globale “Metti in circolo il cambiamento”. Spazio alle tredici idee vincitrici e alle esperienze di imprenditoria circolare

Sos tartarughe marine

Legambiente lancia un numero unico per raccogliere le segnalazioni di tracce o di piccoli di tartaruga sui litorali italiani. Un invito a mobilitarsi in modo semplice, inviando un messaggio whatsApp o un sms al 349 2100989
Ridimensiona font
Contrasto