mercoledì 27 Gennaio 2021

Luci intelligenti

pni-giannini

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca consegna il PNI a Xaluxi

«Il nostro prodotto è una lampada a led intelligente. Si accende, si spegne e cambia la sua intensità luminosa analizzando la luminosità dell’ambiente circostante. In questo modo anche se l’utente non è particolarmente accorto e dimentica la luce accesa non c’è spreco di energia». Così riassume in poche parole il suo prodotto Massimo Ruo Roch, CTO di Xaluxi. L’aspetto interessante di queste lampade è che l’intelligenza è completamente all’interno della lampada stessa e questo fa sì che la loro istallazione non richieda il rifacimento degli impianti, l’istallazione di centraline o altro. Dunque i costi sono semplicemente quelli delle lampade stesse. Non si richiede nessuna modifica dell’impianto elettrico e questo è un vantaggio sia in termini di tempo che di costo. «Per attrezzare un’aula scolastica a completoTorino ci abbiamo messo un quarto d’ora. Questo significa che è possibile effettuare il lavoro senza dover rendere inagibile l’ambiente». Inoltre su richiesta è possibile rendere regolabile la luminosità della lampada in modo da avere una luce più forte in caso di bisogno. Queste modifiche di intensità, però, sono a tempo così che non si rischia di dimenticare la lampada impostata sulla luminosità massima. «Stare nella città sostenibile è stata un’occasione per diffondere questo tipo di prodotto. Speriamo che questo concetto di oggetti intelligenti si possa espandere in altri settori, come il riscaldamento. Rappresentano un guadagno per l’utente e per la società in generale».

 

Articoli correlati

Fusione dei ghiacci a ritmi record, dal ’94 persi 28 trilioni di tonnellate

Il primo studio effettuato con dati satellitari da un gruppo di ricerca dell'Università di Leeds conferma che il fenomeno è ormai in linea con gli scenari più preoccupanti previsti dagli esperti

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Seguici sui nostri Social

16,645FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Il biometano al centro della campagna Unfakenews contro le bufale ambientali

Prosegue l'impegno di Legambiente e Nuova Ecologia per fare chiarezza su temi ostacolati dall'opinione pubblica. Questo mese il biocombustibile a km0

Biometano, ecco le risposte che cerchi

È al centro della campagna Unfakenews di Legambiente e Nuova Ecologia contro le bufale ambientali. Non c'è spazio per i dubbi

Emilia-Romagna a biogas, una regione circolare

Transizione verso le rinnovabili, ottimizzazione della differenziata e riduzione degli spandimenti fuori legge. Sono i vantaggi degli impianti a biometano

Life Delfi, cresce la rete di soccorso dei mammiferi marini in difficoltà

Nel primo anno di attività il progetto europeo ha permesso di formare e attivare i futuri rescue team che interverranno in mare o sulle coste per salvare cetacei spiaggiati o rimasti impigliati nelle reti da pesca

“Il primo follower” per una rivoluzione ambientale

Un libro-manuale per ecologisti, che verrà stampato grazie a crowdfunding. Quattro livelli di azione, di crescente difficoltà, che ciascuno di noi può applicare immediatamente