Lotta alla plastica in mare: al via le audizioni in Commissione Ambiente

Si illustreranno le finalità del ddl “Salvamare”, proposto dal ministro Costa e approvato dal Consiglio dei Ministri, e le proposte di legge sull’impiego di unità da pesca per la raccolta dei rifiuti solidi dispersi in mare delle associazioni tra cui Legambiente Il Parlamento europeo vieta la plastica monouso dal 2021

Un rifiuto in plastica in un fondale marino

Inizieranno mercoledì 10 luglio, le audizioni della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati nel quadro dell’esame delle proposte di legge concernenti l’impiego di unità da pesca per la raccolta dei rifiuti solidi dispersi in mare e per la tutela dell’ambiente marino, del WWF, di Legambiente, di Mare Vivo e di Greenpeace.

La parlamentare algherese Paola Deiana, relatrice in Commissione, illustrerà le finalità del ddl “Salvamare”, proposto dal ministro Costa e approvato dal Consiglio dei Ministri, e le due proposte di legge dei colleghi Muroni-Fornaro e Rizzetto.

Lo scopo della nuova disciplina del settore è quello di risanare l’ecosistema marino, promuovere l’economia circolare, sensibilizzare l’opinione pubblica e agevolare i pescatori nel conferimento dei rifiuti pescati accidentalmente, incentivandoli a portare i rifiuti negli impianti portuali di raccolta.