sabato 4 Dicembre 2021

Acquista

Login

Registrati

L’inquinamento non è democratico

L'immagine di una discarica nell'area di Roma

Esistono differenze ambientali che creano disuguaglianze sociali? La risposta è: certamente sì, ma è meno scontata di quel che si pensi. Il lavoro di Legambiente nel Forum sulle disuguaglianze e le diversità parte da qui.
Lavorando con i ricercatori e con le altre associazioni (Action Aid, Caritas, Cittadinanzattiva, Coop. Dedalus, Fondazione Basso, Fondazione di Comunità di Messina, Uisp) abbiamo dovuto ri-argomentare ragionamenti che, nel mondo ambientalista, davamo per scontati. Soprattutto uno: la trasversalità. È vero che i danni alla salute di inquinanti chimici o le frane o il caos del traffico non guardano al reddito. Ma è anche vero che chi è economicamente e culturalmente più debole, ha meno possibilità di scegliere, meno consapevolezza dei rischi, meno libertà di occuparsi della propria salute di fronte a precarietà e/o disoccupazione.
Allora diventa importante, per noi ambientalisti, capire alcuni aspetti. Che di fronte ai guasti ambientali c’è chi paga di più, e sono le persone socialmente più fragili. Che alcuni problemi ambientali non si risolvono (penso ai problemi delle periferie o delle aree interne) se non coinvolgendo i bisogni e facendo emergere i desideri di chi vive nel degrado o nella marginalità. Che ogni luogo ha un suo patrimonio di ricchezza comune, formula più ampia dei beni comuni, che implica servizi, cultura, qualità ambientale e sanitaria, socialità e così via, che non produce reddito ma consente di vivere meglio se è un patrimonio di qualità a disposizione di tutti. E consente quindi di essere meno disuguali rispetto a chi, magari nel centro di una città, il diritto a quel patrimonio può esercitarlo, per il semplice fatto che quel patrimonio esiste. Basta provare a fruire del car sharing vivendo in periferia o nel centro della città!
Ecco, come dice Fabrizio Barca nell’intervista qui pubblicata, guardare al rapporto tra giustizia ambientale e giustizia sociale spalanca nuovi scenari di impegno e di lotta. E nuove possibilità di costruire una società giusta e capace di futuro.

Articoli correlati

Anna Giordano è l’ambientalista dell’anno 2021

La “signora dei falchi” vince la consultazione online e riceve il riconoscimento promosso da Legambiente e Nuova Ecologia intitolato a Luisa Minazzi giunto alla sua quindicesima edizione

EcoForum Veneto

Dalle 9.15 la diretta di EcoForum Veneto

Rinnovabili, nel 2026 saranno il 95% delle nuove fonti energetiche installatate

Lo prevede il nuovo rapporto dell'Iea, l'Agenzia internazionale dell'energia. Oltre la metà di questa energia verde sarà coperta dal fotovoltaico. E già il 2021 si chiuderà con un record con 290 gigawatt di nuova potenza installata

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Transizione ecologica, con rinnovabili ed efficienza energetica 1,1 miliardi di risparmio in bolletta

I dati presentati al Forum QualEnergia 2021. Al 2030 previsti 170 mila nuovi posti di lavoro e 150 miliardi di investimenti. Legambiente: "Troppi ritardi ed ostacoli, serve un cambio di passo". Streaming del Forum l'1 e 2 dicembre sui siti dedicati / SCARICA LO STUDIO ELEMENS

FORUM QUALENERGIA 2021. LA DIRETTA

Dalle 10 in diretta streaming i lavori della prima giornata del Forum: “Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica”

Forum QualEnergia 2021, appuntamento a Roma l’1 e 2 dicembre

A Roma Eventi in Piazza di Spagna due giornate di confronto e dibattito su "Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica". Il programma dei lavori

Biologico, Coldiretti e Legambiente: “Approvare subito la legge alla Camera dei deputati”

Appello delle associazioni per portare a termine celermente l’iter di approvazione della norma, approvata dal Senato con un solo voto contrario e ancora ferma alla Camera
Ridimensiona font
Contrasto