venerdì 14 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

L’inquinamento atmosferico al tempo del Coronavirus: il webinar

Coronavirus

Il 2020 si è aperto all’insegna dell’emergenza smog in tutta Italia.
Era solo gennaio quando le concentrazioni di polveri sottili alle stelle monopolizzavano lo spazio dei media facendo emergere l’urgenza di ridurre l’inquinamento nel nostro Paese, a cominciare dalle città.
Successivamente l’epidemia da Coronavirus ha messo a nudo le fragilità di un modello di sviluppo poco attento alla prevenzione dal punto di vista sanitario, ambientale e sociale.
Legambiente, con l’autorevole supporto del proprio Comitato scientifico, cerca di fare chiarezza sulle emergenze in corso con i dati per ora disponibili, sulle conseguenze che inevitabilmente si riproporranno durante le fasi dell’uscita dall’emergenza epidemica e sui cambiamenti profondi nei comportamenti collettivi e nel funzionamento della società.

Mercoledì 29 aprile, alle ore 16:00, il webinar on-line per parlare di ambiente, salute e  protezione. In diretta sulle pagine Facebook di Legambiente, de La nuova ecologia e sul sito Lanuovaecologia.it

 

Ore 16:00 Introduzione al seminario Giorgio Zampetti, Direttore Generale Legambiente  L’inquinamento atmosferico in Italia nel 2020
Andrea Minutolo, Responsabile Scientifico Legambiente

Ore 16:15 Inquinamento atmosferico e salute. Carla Ancona, DEP Lazio

Ore 16:30 Patologia da Coronavirus ed esposizione a inquinanti atmosferici. Domande di ricerca e studi adeguati per provarle. Fabrizio Bianchi, CNR

Ore 16:45 TAVOLA ROTONDA Ambiente e salute: dalla prevenzione alla corretta informazione. Coordina e modera i lavori: Damiano Di Simine, coordinatore Comitato Scientifico Legambiente

Ne parlano:
– Paola Michelozzi, Dipartimento Epidemiologia Regione Lazio
– Roberto Bertollini, Comitato Scientifico Comm.ne Europea
– Paolo Crosignani, già primario Epidemiologia Ambientale Istituto
Tumori Milano
– Edoardo Bai, Comitato Scientifico ISDE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

SOSTIENI IL MENSILE 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Il 13 maggio l’overshoot day per l’Italia

Lo segnala il Global footprint network, che calcola l'impronta ecologica di ciascun Paese e quello globale. Dal 14 e fino alla fine dell'anno in corso il nostro Paese andrà in debito con la Terra  

International Day of Light, 7 scienziati che hanno rivoluzionato il mondo dell’energia

Il 16 maggio si celebra la Giornata internazionale della luce. Da Benjamin Franklin a Nikola Tesla, le persone che hanno illuminato il mondo  

Una mascherina chirurgica può rilasciare fino a 173mila microfibre al giorno in mare

Lo rileva uno studio dell'Università di Milano-Bicocca. Per le specie marine possibili danni da ostruzione in seguito a ingestione ed effetti tossicologici dovuti a contaminanti chimici e biologici

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Il 13 maggio l’overshoot day per l’Italia

Lo segnala il Global footprint network, che calcola l'impronta ecologica di ciascun Paese e quello globale. Dal 14 e fino alla fine dell'anno in corso il nostro Paese andrà in debito con la Terra  

International Day of Light, 7 scienziati che hanno rivoluzionato il mondo dell’energia

Il 16 maggio si celebra la Giornata internazionale della luce. Da Benjamin Franklin a Nikola Tesla, le persone che hanno illuminato il mondo  

Una mascherina chirurgica può rilasciare fino a 173mila microfibre al giorno in mare

Lo rileva uno studio dell'Università di Milano-Bicocca. Per le specie marine possibili danni da ostruzione in seguito a ingestione ed effetti tossicologici dovuti a contaminanti chimici e biologici

Moda e sostenibilità: al via la partnership tra Apparel Impact Institute e Legambiente

L’obiettivo è sviluppare un piano di progetti e azioni per far sì che le attività della filiera di settore abbiano un impatto sempre più positivo sull’ambiente anche nel nostro Paese

I Fridays for future (e non solo) manifestano contro Eni

I presìdi sono organizzati lo stesso giorno dell'assemblea degli azionisti. Denunciano le responsabilità del cane a sei zampe nella crisi climatica e nella devastazione ambientale
Ridimensiona font
Contrasto