sabato 27 Novembre 2021

Acquista

Login

Registrati

“La sostenibilità degli imballaggi è una sfida per la grande distribuzione organizzata”

Imballaggi contro packaging sostenibile

Legambiente coordina la comunicazione del progetto Biocompack dell’Unione europea, volto a favorire la creazione di una strategia comune all’area del centro Europa sugli imballaggi in carta e bioplastica, al fine di incentivare il recupero di materia. Al progetto partecipano 10 partner di 6 Paesi dell’Europa centrale. Questa mattina a Milano si è tenuto il convegno “Il ruolo della grande distribuzione nel futuro del packaging sostenibile”, il terzo di una serie di appuntamenti che hanno visto come protagonisti i vari attori della filiera: produttori, trasformatori e grande distribuzione organizzata. Nella prima sessione, dedicata alle prospettive per un packaging sostenibile, è intervenuto il direttore generale di Legambiente Giorgio Zampetti.

“La grande distribuzione organizzata – ha detto Zampetti – ha indubbiamente un ruolo fondamentale per il futuro del packaging sostenibile. Un ruolo da giocare subito, come in parte sta già facendo, ma ancora non abbastanza. Perché la sostenibilità degli imballaggi – che devono diventare tutti riciclabili, biodegradabili o compostabili ed essere ridotti quanto più possibile – e la loro riduzione è una delle colonne portanti dell’economia circolare e del calo delle emissioni climalteranti, soprattutto se si ragiona sui numeri che la grande distribuzione muove, in termini di prodotti, consumatori e produttori.

Il packaging non sempre risponde a esigenze di contenimento e salvaguardia del prodotto ma spesso e soprattutto è dettato dal marketing. E questo ha portato negli ultimi vent’anni a un aumento massiccio della produzione dei rifiuti da imballaggio.  La gdo è uno degli snodi principali tra produttori e consumatori, e in quanto tale può, e dovrebbe, farsi portavoce delle esigenze messe in luce dagli impatti ormai noti dell’eccesso di imballaggi e delle nuove, possibili prospettive. Può sensibilizzare cittadini e produttori. Può promuovere la riduzione del packaging alla fonte, l’innovazione di processo per ridurre il materiale utilizzato e facilitare il riciclo, puntando sempre più sul riciclato, e alternative quali la vendita di prodotti sfusi – come i detersivi, ma anche i prodotti ortofrutticoli di qualità non confezionati – facendo accordi per il vuoto a rendere su filiere locali – per vetro, alluminio e plastica – e stimolando l’innovazione, sostituendo laddove possibile le confezioni di carte e cartone con carta riciclata. Può inoltre incentivare il riciclo tramite un sistema premiale per i contenitori resi e impostare la propria filosofia aziendale sulla vendita dei prodotti più sostenibile.

Se la grande distribuzione organizzata vorrà impegnarsi in questo senso, l’Italia, che ha fatto da apripista grazie alle leggi sulla messa al bando dei sacchetti di plastica, dei cotton fioc o delle microplastiche nei cosmetici, può su questa strada giocare una partita importante. Per il tornaconto di tutti”.

 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Premio Luisa Minazzi Ambientalista dell’anno 2021

A Casale Monferrato dal 27 novembre al 4 dicembre il consueto appuntamento con il festival delle realtà virtuose. C'è ancora tempo fino al 28 novembre per votare sul sito www.premioluisaminazzi.it

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

FORUM ECONOMIA CIRCOLARE TOSCANA

Dalle 9,00 la sesta edizione dell'Ecoforum Toscana. L'esperienza virtuosa di Prato circular city che ha come obiettivo l'accelerazione nella transizione ecologica della città. Innovazione e sostenibilità nella mission dei gestori, in attesa del nuovo Prb. Il racconto dai distretti (cartario, tessile, lapideo, vitivinicolo), le politiche per la riduzione degli sprechi, la gestione dei rifiuti urbani e l’analisi dei flussi sugli speciali

Mediateca delle Terre, un archivio per la cultura contadina

Crocevia inaugura a Roma l’Archivio e Mediateca delle Terre: oltre mezzo secolo di storia contadina in duemila filmati, fotografie, diapositive, libri e riviste da tutto il mondo

Agroecologia, la pastora Assunta Valente premiata ambasciatrice del territorio da Legambiente

Il riconoscimento in occasione del III Forum nazionale dell'Agroecologia Circolare di Legambiente. L'imprenditrice, che svolge la sua attività sulla montagna del frusinate al confine con il Parco d’Abruzzo Lazio e Molise, da tempo è vittima di atti intimidatori. L'appello della documentarista Anna Kauber: "Non lasciamola sola"
Ridimensiona font
Contrasto