lunedì 27 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

La sharing mobility è innovazione

Al via il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2021: prima scadenza per le candidature il 30 luglio. Ecco come le tecnologie permettono oggi servizi di mobilità on demand economici, comodi e sicuri. Esperienze a confronto

È iniziato il percorso del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2021: prima scadenza per le candidature il 30 luglio. Le tecnologie permettono oggi servizi di mobilità “alla domanda” economici, comodi e sicuri. Recenti esperienze ed esempi.

Sharing mobility: esperienze a confronto

Giorgia deve recarsi una settimana a Milano per assistere una parente ricoverata in una clinica alla periferia di Milano: in mezz’ora prenota il volo e il b&b, ma avrà bisogno di una macchina. Auting è un nuovo servizio di car sharing che permette di condividere automobili tra privati. Disponibili in città, nei 6 giorni ci sono 97 auto, Giorgia sceglie la Opel corsa a gpl di Giordano, per 167 euro tutto incluso, si paga mediante l’App. L’assicurazione, inclusa nel costo di noleggio, garantisce entrambe le parti. Giordano è al quindicesimo noleggio e il suo profilo appare a 4 stelle, una garanzia.

Ecco, il servizio di Auting è stato insignito nel dicembre 2019 del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente da Legambiente alla sua 16a edizione. Premiata anche perché trattasi di una giovane start up che è stata capace di sviluppare in Italia una innovazione in grado di coniugare sostenibilità ambientale e sociale: si può offrire a tutti un servizio di mobilità capillare e vantaggioso per tutti, senza bisogno di nuove auto. Nei prossimi mesi Auting uscirà con un nuovo servizio evoluto, per raggiungere lo stesso livello tecnologico dei servizi di car sharing tra privati all’estero, dal Canada alla Francia. Saranno possibili nuove tipologie di condivisione e un numero maggiore di opportunità per i membri della community. Chi usa poco la propria auto si ripaga delle spese, chi non la vuole acquistare la noleggia solo quando serve, anche solo per farsi una gita con la morosa o la famiglia di tanto in tanto. Possedere un’auto a Roma, Torino o Milano costa una fortuna: almeno 2 mila euro all’anno tra assicurazione, ammortamento, manutenzione, gomme, prima ancora di aver percorso il primo chilometro. Senza considerare l’affitto di un garage o l’acquisto di un box, da quando in strada si fa davvero fatica a trovare un parcheggio libero…

Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: come scaricare il bando

Ci sono altre innovazioni in giro da premiare? Il nuovo bando del premio si scarica dal sito www.legambienteinnovazione.org, le candidature si chiudono il 30 luglio con la compilazione on line della scheda e l’invio del primo materiale di documentazione. Premiazione entro l’anno. Tra i temi trattati, anche appunto la mobilità sostenibile, intesa come tutte le modalità di spostamento che sono in grado di diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici. Ad esempio: l’inquinamento atmosferico e le emissioni di gas serra, l’inquinamento acustico, la congestione stradale, l’incidentalità, il degrado delle aree urbane (causato dallo spazio occupato dagli autoveicoli a scapito dei pedoni), il consumo di territorio (causato dalla realizzazione delle strade e infrastrutture), i costi degli spostamenti (sia a carico della comunità sia del singolo).

La sezione mobilità del “Premio Innovazione Amica dell’Ambiente” (così come tutte le altre categorie dell’iniziativa) ha trovato quest’anno un partner qualificato in Groupama Assicurazioni, una Compagnia particolarmente attenta ai servizi di mobilità più innovativi e alla mobilità sostenibile dei suoi clienti e dipendenti.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Andrea Poggio
Segreteria nazionale Legambiente. socio fondatore. responsabile mobilità sostenibile e stili di vita (www.viviconstile.org). Autore di Vivi con stile (2007). Viaggiare leggeri (2008). Green Life. (2007). Twitter: ap_legambiente FB: viviconstile.org

Articoli correlati

Clima, migliaia di studenti in piazza a Roma

"Di chi è il futuro?". Questo lo slogan della prima grande manifestazione post Covid, che nel giorno dello sciopero mondiale ha riunito giovani e famiglie intasando il traffico della capitale. Le voci dal Global Strike

Al via il Global Climate Strike, insieme per il clima e l’ambiente

Migliaia di giovani in piazza sull'onda lunga dei venerdì di Greta. E parte anche Puliamo il Mondo, che sostiene a gran voce i tanti ragazzi che in tutto il mondo scioperano per chiedere ai Grandi della Terra azioni concrete per il Pianeta

Forum Acque – Conferenza finale Progetto Life ESC VisPO

Al via la prima edizione del Forum Acque in Piemonte, momento di dialogo per affrontare le sfide del futuro, rappresentate dal cambiamento climatico e dalla pressione antropica sulla risorsa idrica

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto