venerdì 24 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

La nostra bella terra

Koneline, our land beautiful

La canadese Nettie Wild ama volare alto e lo fa attraverso le sue riprese dal cielo. Sono due minuti da ricordare quelli che aprono Koneline: our land beautiful, opera con cui la regista ha vinto l’Hot docs, il più importante festival del Nord America per il documentario. Koneline è ambientato nelle incontaminate regioni del nord della Columbia britannica, in Canada, area abitata in origine dalle tribù indigene dei Tahltan, le cosiddette First nations. Una popolazione legata alla propria terra, tanto da chiamarla, in dialetto, “la nostra bella terra”: Koneline, appunto.
A indicarlo come “the golden triangle” sono invece le compagnie minerarie di rame e oro che stanno concentrando i loro interessi nell’area. Il racconto però non si focalizza solo nel contrasto che sta vivendo il popolo Tahltan nel conciliare gli interessi economici (e quindi il benessere e il lavoro) con la salvaguardia del territorio. Preferisce cercare, con una scelta per certi versi spiazzante, una prospettiva imparziale.
Le scene di protesta contro le compagnie minerarie che vogliono sfruttare il territorio diventano così un momento di cronaca quasi marginale, uno dei tanti, e l’arco narrativo del documentario si sfuma nei colori, negli scenari e nei volti delle persone incontrate. Al centro è la bellezza della natura, il tentativo di tradurre in versi le immagini. Riprese poetiche per un documentario che sembra un atto d’amore.

Marino Midena
Studioso di tematiche giuridiche agraristiche-ambientali. come giornalista collabora con diverse testate. lavora in uffici stampa e ha condotto trasmissioni radio e tv. Ha insegnato “Diritto e legislazione dello spettacolo” presso il Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo ed è il direttore artistico del Green Movie Film Fest.

Articoli correlati

Sessant’anni fa la prima Marcia per la pace

Dal numero di settembreEra il 24 settembre 1961 quando Aldo Capitini organizzò l'appuntamento intorno al quale è cresciuto il movimento nonviolento italiano. Il nostro speciale con le voci dei protagonisti di ieri e di oggi: "Un mondo diverso è sempre possibile"

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Sisma centro Italia, il turismo sostenibile rigenera i territori

Arriva il supporto solidale dei viaggiatori e della rete di host sostenibili di Fairbnb.coop, piattaforma che devolverà metà delle proprie commissioni sui soggiorni alla campagna di crowdfunding "Alleva la speranza +" di Legambiente e Enel

Cultura, il nuovo appuntamento con la Fondazione Treccani

La cultura ci salverà? Definizione, obiettivi, strategie per elaborare un modello di futuro possibile. L'evento si terrà in diretta streaming venerdì  24 settembre alle ore 17:00 sulla pagina Facebook della Fondazione

In Italia è boom di tartarughe marine

In queste settimane la schiusa delle uova deposte nei nidi, cui segue l'ingresso dei piccoli in mare. Legambiente stima che quest'anno siano oltre 10 mila quelli con passaporto italiano

Benessere animale, le associazioni: “Etichettatura senza modifiche tradisce i consumatori”

La certificazione volontaria che deve essere votata in Conferenza Stato-Regioni garantirebbe priorità di accesso a fondi Pac e Pnrr. Ma senza modifiche sarebbe solo l’ennesimo regalo agli allevamenti intensivi. L’allarme degli ambientalisti

“The denial”, lo spot di Fridays for Future in occasione del 24 settembre

Il prossimo sciopero globale del clima è annunciato da un video dal carattere metaforico. Negare la crisi climatica è come correre verso un muro
Ridimensiona font
Contrasto