La mostra “Tu puoi” alla Fao

Un percorso che attraverso le immagini selezionate punta a far conoscere sia i principi della Carta della Terra, sia il potere che è in mano a tutte le persone comuni di realizzare, con le singole azioni, un reale sviluppo sostenibile

Un percorso che attraverso le immagini selezionate punta a far conoscere sia i principi della Carta della Terra, sia il potere che è in mano a tutte le persone comuni di realizzare, con le singole azioni, un reale sviluppo sostenibile.Già visitata da 7 milioni di persone in Europa e nel resto del mondo, arriva a Roma la mostra fotografica dal titolo “Tu Puoi – I Semi del Cambiamento”, alla David Lubin Memorial Library della Fao.

La rassegna, frutto della collaborazione tra l’istituzione buddista Soka Gakkai International (SGI) e la Carta Internazionale della Terra (ECI), è uno degli eventi ufficiali proposti nell’ambito del II Simposio Internazionale sull’Agroecologia.

Suddivisa in 24 pannelli, è articolata nelle sezioni Inspira, Impara, Rifletti, Rivitalizza, in cui i materiali esposti enfatizzano la profonda interconnessione tra gli esseri umani e la natura, auspicando il desiderio (e la necessità) di costruire e ampliare la sfera di compassione e attenzione verso il pianeta. “Speriamo che questa mostra possa sostenere gli sforzi per un’educazione comune e per la realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile adottati dall’Onu e per piantare i semi della speranza nel cuore della gente”, ha detto Hirotsugu Terasaki, della Soka Gakkai Internazional, l’istituzione religiosa laica che conta 12 milioni di membri in 192 nazioni e coopera dal 2000 con la Carta Internazionale della Terra per promuovere l’educazione ad uno lo sviluppo sostenibile.