mercoledì 1 Dicembre 2021

Acquista

Login

Registrati

JP Morgan avverte i clienti: la crisi climatica minaccia l’umanità

Immagine di un'industria

La crisi climatica minaccia la sopravvivenza dell’umanità e il pianeta si trova su una traiettoria insostenibile. È l’allarme lanciato ai suoi clienti da Jp Morgan, il più grande finanziatore mondiale di combustibili fossili.

La notizia è stata data dal Guardian che ha potuto leggere un documento degli economisti di Jp Morgan ottenuto da Rupert Read, un portavoce di Extinction rebellion e accademico di filosofia all’Università dell’East nglia.

Il documento, il rapporto JP Morgan sui rischi economici del riscaldamento globale causato dall’uomo, dice che la politica climatica deve cambiare, altrimenti il mondo dovrà affrontare conseguenze irreversibili. Lo studio condanna implicitamente la strategia di investimento della banca americana ed evidenzia le preoccupazioni sempre più crescenti tra le principali istituzioni di Wall Street in merito ai rischi finanziari e reputazionali del finanziamento di industrie “fossili”.

JP Morgan, secondo un’analisi pubblicata dal Guardian l’anno scorso, ha fornito 75 miliardi di dollari di servizi finanziari alle società che si stanno espandendo in modo più aggressivo in settori come il fracking e l’esplorazione di petrolio e gas artico.

La ricerca degli economisti di JP Morgan David Mackie e Jessica Murray afferma che la crisi climatica avrà un impatto sull’economia mondiale, sulla salute umana, sullo stress idrico, sulla migrazione e sulla sopravvivenza di altre specie sulla Terra. Analizzando la vasta letteratura accademica e le previsioni del Fondo monetario internazionale e dell’Ipcc (Il Pannel intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici), il documento rileva che il riscaldamento globale raggiungerà i 3,5 ° C rispetto ai livelli preindustriali entro la fine del secolo. E aggiunge che la maggior parte delle stime dei probabili costi economici e sanitari sono troppo piccole perché non tengono conto della perdita di ricchezza, del tasso di sconto e della possibilità di un aumento delle catastrofi naturali.

“Sebbene non siano possibili previsioni precise – scrivono gli autori della ricerca – è chiaro che la Terra si trova su una traiettoria insostenibile. Qualcosa dovrà cambiare ad un certo punto se la razza umana sopravviverà”. La banca d’investimento afferma anche che il cambiamento climatico “riflette un fallimento del mercato globale, nel senso che produttori e consumatori di emissioni di CO2 non pagano per il danno climatico causato”. 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Francesco Loiacono
Direttore La Nuova Ecologia. Giornalista ambientale autore di inchieste su dissesto idrogeologico, inquinamento industriale, bonifiche e amianto. Email: direttore@lanuovaecologia.it Twitter: @francloia

Articoli correlati

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Transizione ecologica, con rinnovabili ed efficienza energetica 1,1 miliardi di risparmio in bolletta

I dati presentati al Forum QualEnergia 2021. Al 2030 previsti 170 mila nuovi posti di lavoro e 150 miliardi di investimenti. Legambiente: "Troppi ritardi ed ostacoli, serve un cambio di passo". Streaming del Forum l'1 e 2 dicembre sui siti dedicati / SCARICA LO STUDIO ELEMENS

FORUM QUALENERGIA 2021. LA DIRETTA

Dalle 10 in diretta streaming i lavori della prima giornata del Forum: “Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica”

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Primo Festival nazionale del riuso: incontri, laboratori e spettacoli

Dall'8 all'11 dicembre a Torino, un'occasione per approfondire i tanti aspetti di un tassello chiave per l'economia circolare

Forum QualEnergia 2021, appuntamento a Roma l’1 e 2 dicembre

A Roma Eventi in Piazza di Spagna due giornate di confronto e dibattito su "Le opportunità economiche tra PNRR e transizione energetica". Il programma dei lavori

Economia circolare, 200 cittadini attivi in tutta Italia per il progetto “New Life”

Sostenuto da Crédit Agricole Italia e Legambiente, è volto alla riqualificazione urbana ma comprende anche tutorial con consigli per stili di vita sostenibili, dalla cucina degli scarti alla cosmesi naturale

FORUM QUALENERGIA SICILIA

Dalle 9.30 Forum Qualenergia Sicilia in diretta da Palermo. Un’occasione per confrontarsi con il mondo delle rinnovabili, per collaborare nella costruzione di un quadro normativo e di strumenti e azioni finalizzate a supportare il capitale tecnologico e umano necessario allo sviluppo sostenibile dell’isola.

FORUM ECONOMIA CIRCOLARE TOSCANA

Dalle 9,00 la sesta edizione dell'Ecoforum Toscana. L'esperienza virtuosa di Prato circular city che ha come obiettivo l'accelerazione nella transizione ecologica della città. Innovazione e sostenibilità nella mission dei gestori, in attesa del nuovo Prb. Il racconto dai distretti (cartario, tessile, lapideo, vitivinicolo), le politiche per la riduzione degli sprechi, la gestione dei rifiuti urbani e l’analisi dei flussi sugli speciali
Ridimensiona font
Contrasto