“Invertiamo la rotta sull’erosione costiera”

Siglato un protocollo d’intesa fra ministero dell’Ambiente e Regione Toscana per riqualificare, valorizzare e proteggere alcuni tratti costieri

immagine dall'alto di un tratto di costa "mangiato" dall'erosione

Pianificare la difesa della costa e programmare gli interventi da realizzare tramite linee guida nazionali. È questo l’iter da seguire con il protocollo d’intesa sottoscritto fra il ministero dell’Ambiente e le Regioni rivierasche italiane lo scorso aprile. Con i suoi 8.000 km di coste, l’Italia è un Paese fortemente marittimo. Aspetto che coinvolge l’intera struttura socio-economica nazionale.

A riguardo, lo scorso 9 gennaio, è stato firmato un protocollo d’intesa fra lo stesso ministero dell’Ambiente e la Regione Toscana. “L’intesa prevede la realizzazione di una serie di interventi pilota sulla costa di Piombino, Rosignano Marittimo e di San Vincenzo, dove è previsto il ripascimento dell’arenile – ha spiega Silvia Velo, sottosegretaria all’Ambiente – Ci si baserà sulle linee guida nazionali fissate per affrontare nel modo migliore possibile la piaga dell’arretramento della costa – ha aggiunto – Il progetto è stato illustrato insieme all’assessore regionale all’Ambiente e alla Difesa del suolo, Federica Fratoni, al consigliere regionale Gianni Anselmi e al sindaco di San Vincenzo Alessandro Bandini. Un altro passo a difesa del nostro mare e della blue economy è stato compiuto».

Le opere – per un valore complessivo di 1.337.608 euro, risorse messe a disposizione dal ministero – sono finalizzate a mitigare il rischio derivante dall’erosione costiera, tenendo conto anche degli effetti dei cambiamenti climatici, e a garantire una corretta e sostenibile gestione di tutta quella zona bagnata dal Tirreno e dal Mar Ligure.

Nello specifico, gli interventi pilota individuati lungo le coste toscane riguardano: l’intervento di sistemazione morfologica della spiaggia di Vada, nel comune di Rosignano Marittimo, che consiste nella realizzazione di alcune scogliere oltre a interventi di ripascimento; l’intervento di ripascimento del primo lotto dell’arenile di San Vincenzo, che prevede di riconfigurare la scogliera sommersa a sud del porto oltre a un intervento di ripascimento, la cui progettazione esecutiva è in corso di conclusione da parte del Comune di San Vincenzo; infine, l’intervento di riequilibrio e ripascimento dell’arenile della costa est del golfo di Follonica.