sabato 19 Giugno 2021

Acquista

Login

Registrati

L’inquinamento atmosferico riduce di 3 anni l’aspettativa di vita

inquinamento aria

L’inquinamento atmosferico riduce l’aspettativa di vita di quasi tre anni. A dirlo è una ricerca di cui dà notizia Science Focus, condotta da un gruppo di ricercatori del Centro medico universitario di Magonza, in Germania.

Secondo lo studio, nel 2015 questa sola forma di inquinamento ha causato 8,8 milioni di morti premature, facendo registrare una riduzione dell’aspettativa di vita media di 2,9 anni. Un dato che non può non far riflettere, specie se rapportato ai morti nello stesso anno per il fumo (7,2 milioni di vittime e riduzione dell’aspettativa di vita media di 2,2 anni), dall’Hiv (1 milione, 0,7 anni), da malattie causate da parassiti o insetti come la malaria (600.000 morti, 0,6 anni), o da tutte le forme di violenza, guerra compresa (530.000 vittime).

I ricercatori autori dello studio parlano pertanto di “pandemia di inquinamento atmosferico”, sottolineando che l’inquinamento dell’atmosfera è una delle cause principali di mortalità prematura poiché causa, tra le altre, anche malattie cardiovascolari. Nel mondo le aree maggiormente colpite da questa minaccia sono concentrate soprattutto nell’Asia orientale e meridionale. Mentre l’Australia è lo Stato in cui i tassi di mortalità dovuti a questa causa sono i più bassi.

Un modo per mitigare gli effetti di questo tipo di inquinamento comunque esiste: basterebbe eliminare le emissioni derivanti dallo sfruttamento di combustibili fossili per far aumentare di un anno l’aspettativa di vita media globale. 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Traffico illecito di rifiuti: 29 arresti in Calabria

Custodia cautelare in carcere per quindici degli indagati, domiciliari per gli altri. L'operazione diretta e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

La siccità rischia di essere “la prossima pandemia”

Ad affermarlo è l'Onu in un nuovo report. Almeno 1,5 miliardi di persone sono state direttamente colpite in questo secolo con un costo stimato di 124 miliardi di dollari

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Capraia, conclusa la bonifica dell’amianto

La prima fu promossa nel 2012 e sanò oltre 12 tonnellate di manufatti . Questa volta sono più di 13 quelle rimosse

“Tra le pagine del mare”, il concorso letterario che racconta le località costiere italiane

L'iniziativa è organizzata dall’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, in collaborazione con Primiceri Editore. Saranno selezionati brevi racconti inediti, ambientati nei centri del nostro Paese affacciati sul mare

Dal 18 al 27 giugno il Decrescita Felice Bike Tour 2021

La manifestazione è alla sua sesta edizione. Un percorso di 300 km a tappe per amanti delle due ruote organizzato da Movimento per la Decrescita Felice e Altri Mondi Bike Tour

Roma, il Festival circolare alla Città dell’altra economia

Dal 16 al 18 giugno in mostra i protagonisti e le esperienze del progetto di educazione alla cittadinanza globale “Metti in circolo il cambiamento”. Spazio alle tredici idee vincitrici e alle esperienze di imprenditoria circolare

Sos tartarughe marine

Legambiente lancia un numero unico per raccogliere le segnalazioni di tracce o di piccoli di tartaruga sui litorali italiani. Un invito a mobilitarsi in modo semplice, inviando un messaggio whatsApp o un sms al 349 2100989
Ridimensiona font
Contrasto