martedì 11 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Inquinamento aereo, la Francia ha vietato alcuni voli nazionali

I parlamentari francesi hanno votato per sospendere alcuni voli. Eliminate le rotte che possono essere percorse con un treno diretto in meno di due ore e mezza Il global warming prende il volo

I parlamentari francesi hanno votato per sospendere i voli delle compagnie aeree nazionali su rotte che possono essere percorse con un treno diretto in meno di due ore e mezza: si tratta di una parte di una serie di misure climatiche e ambientali.

Dopo un acceso dibattito nell’Assemblée Nationale nel fine settimana, è stato adottato il divieto, una versione annacquata di una raccomandazione chiave della Convenzione dei cittadini sul clima. La Convenzione dei cittadini sul clima è composta da 150 cittadini estratti a sorte ed era stata voluta fortemente dal presidente Emmanuel Macron. Questi cittadini si sono riuniti durante sei fine settimana – tra il 4 ottobre e il 26 gennaio – per confrontarsi sulla crisi climatica e stilare una lista di proposte concrete da consegnare al governo.

Le conseguenze sul traffico aereo

La nuova disposizione significherà la fine dei brevi voli interni dall’aeroporto di Orly, a sud di Parigi, a Nantes e Bordeaux, tra gli altri, anche se continueranno i voli in collegamento attraverso l’aeroporto Charles de Gaulle / Roissy, a nord della capitale francese.

La commissione sul clima istituita da Macron aveva originariamente raccomandato l’abolizione di tutti i voli tra le destinazioni francesi dove esisteva un viaggio alternativo in treno diretto di meno di quattro ore.

Questa misura è stata ridotta a due ore e mezza dopo forti obiezioni da alcune regioni e da Air France-KLM, che, come altre compagnie aeree, è stata duramente colpita dalle restrizioni ai viaggi Covid-19 locali e internazionali. Il ministro dei trasporti, Jean-Baptiste Djebbari, ha detto ai parlamentari: “Abbiamo scelto due ore e mezza perché quattro ore rischiano di isolare i territori senza sbocco sul mare, compreso il grande Massiccio Centrale, che sarebbe iniquo”.

Un anno fa, il governo francese ha concordato un prestito di 7 miliardi di euro per AF-KLM a condizione che alcuni voli interni venissero sospesi, ma il decreto impedirà anche alle compagnie aeree low cost di operare sulle rotte nazionali vietate. KLM, Benjamin Smith, ha affermato che la compagnia aerea si è impegnata a ridurre del 40% il numero delle sue rotte nazionali francesi entro la fine di quest’anno.

Leggi anche:
Il global warming prende il volo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

 

 

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Biciclette o ciclabilità? Una riflessione sul “bonus bici”

Il click day, le code davanti ai negozi e il collasso della filiera produttiva della bicicletta: una facile fotografia del bonus Mobilità 2020. Tra luci e ombre pur sempre il maggiore incentivo all’acquisto di biciclette mai attivato in Italia

Inquinamento da traffico: le regioni si muovono in ordine sparso

Nuove misure straordinarie per Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Una risposta alla sentenza della Corte di Giustizia europea che ha condannato l'Italia per "violazione sistematica e continuata" delle norme

Clima, le ondate di calore marine devastano gli ecosistemi

La "febbre" sta affliggendo gli oceani e il cambiamento climatico la sta peggiorando. Gli scienziati studiano per prevedere quando colpiranno

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Biciclette o ciclabilità? Una riflessione sul “bonus bici”

Il click day, le code davanti ai negozi e il collasso della filiera produttiva della bicicletta: una facile fotografia del bonus Mobilità 2020. Tra luci e ombre pur sempre il maggiore incentivo all’acquisto di biciclette mai attivato in Italia

Inquinamento da traffico: le regioni si muovono in ordine sparso

Nuove misure straordinarie per Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Una risposta alla sentenza della Corte di Giustizia europea che ha condannato l'Italia per "violazione sistematica e continuata" delle norme

Cave, in Italia 29 milioni di metri cubi di sabbia e ghiaia estratti all’anno

Sono 4.168 le autorizzate, 14.141 le dismesse o abbandonate. L'appello di Legambiente: “Ridurre il prelievo da cave accelerando nella direzione dell’economia circolare”. Oggi alle 15 in diretta streaming la presentazione del dossier Rapporto Cave 2021

Quando le auto elettriche costeranno meno?

Il report di Bloomberg New Energy Finance e Transport & Environment mostra come passare al 100% elettrico per auto e furgoni nuovi tra il 2030 e il 2035 è fattibile in tutti i Paesi dell'UE: tutto dipende dalle scelte che farà la politica

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"
Ridimensiona font
Contrasto