venerdì 23 Aprile 2021

Acquista

Login

Registrati

Smog, a Torino indagati i vertici istituzionali

Per la Procura, Comune e Regione non hanno preso provvedimenti sufficienti per migliorare la qualità dell’aria e diminuire l’inquinamento

Il capoluogo piemontese risulta da anni una delle peggiori situazioni europee in quanto a qualità dell’aria e concentrazione di polveri sottili. Anche quest’anno, secondo il rapporto Mal’aria di Legambiente, la città si è aggiudicata la maglia nera con 98 giorni di sforamento dei limiti consentiti.

Ora l’ex presidente della Regione Sergio Chiamparino, l’attuale presidente Alberto Cirio, la sindaca Chiara Appendino e il suo predecessore Piero Fassino sono finiti al centro di un’inchiesta della Procura di Torino per “inquinamento ambientale”. Coinvolti anche gli assessori all’ambiente, Stefania Giannuzzi e Alberto Unia, Enzo Lavolta, Alberto Valmaggia e Matteo Marnati. Gli amministratori di Regione e Comune non avrebbero messo in campo provvedimenti insufficienti per migliorare le condizioni dell’inquinamento atmosferico in città, causa di gravi problemi di salute e peggioramento della qualità della vita. Il reato per il quale si procede nell’inchiesta (avviata nel 2017) è il 452 bis, un ecoreato in vigore dal maggio del 2015.

L’inchiesta era nata dopo l’esposto di un privato cittadino, l’avvocato Marino Careglio, membro del Comitato “Torino Respira”. La procura, all’epoca guidata da Armando Spataro, aveva affidato una consulenza ai carabinieri del Noe, a cui poi si sono aggiunte altre consulenze in merito.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

SOSTIENI IL MENSILE

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

Dubbi e criticità sul deposito nazionale rifiuti radioattivi

Dal rischio idrogeologico all’analisi del rischio di incidente rilevante fino alla conservazione delle aree protette: sono le prime anomalie riscontrate da Legambiente. "Un'opera necessaria che si potrà realizzare solo con un processo trasparente e il dibattito pubblico" Leggi il numero di Nuova Ecologia "Uscita di sicurezza"

SCEGLI L’OLIO GIUSTO

DALLE 11,00 Presentazione dell'ebook "Scegli l'olio giusto. Come eliminare l'olio di palma dal serbatoio, e non solo". Scarica su store.lanuovaecologia.it

101 Premi Nobel contro i combustibili fossili

Il Dalai Lama tra i firmatari di una lettera ai leader mondiali per chiedere un rapido passaggio alle energie rinnovabili. Per una transizione rapida e giusta

Seguici sui nostri Social

16,935FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Proposte per una Carta della Terra delle Nazioni Unite

In occasione dell'Earth Day è una delle priorità su cui richiama l'attenzione l’Associazione “Costituente Terra”

#liberidaiveleni, la campagna di Legambiente per il risanamento ambientale

Nella giornata mondiale della Terra e alla vigilia del Consiglio dei ministri che approverà il Pnr l'associazione lancia una nuova iniziativa. E fa un appello al premier Draghi: “Non si dimentichino le vertenze ambientali croniche tuttora irrisolte"

La tutela del suolo al centro della transizione ecologica

Un appello importante lanciato oggi in occasione della Giornata mondiale della Terra. Il suolo è un importante bacino di biodiversità e fornisce una serie di servizi ecosistemici. Ecco perché è arrivato il momento che l'Unione Europea adotti una direttiva ad hoc

Servono politiche innovative di sviluppo montano

Nelle liste stilate dalle Regioni per il Pnrr non si colgono cambi di prospettiva per la montagna. Emblematico il caso del turismo. L’intervento di Vanda Bonardo

Cibo e social nella rubrica Foodhacker

Nasce la rubrica della Federico II di Napoli che studia tendenze social sul food. Con la partecipazione di 5 food influencer: Karen Phillips, Luciano Pignataro, Sonia Peronaci, Flavia Corrado (Zia Flavia foodn’boobs), Valentina Castellano
Ridimensiona font
Contrasto