sabato 8 Maggio 2021

Acquista

Login

Registrati

Ingiustizia climatica

foto che mostra manifestanti "a difesa del clima"

I Tropici, dove si trovano molti dei Paesi più poveri al mondo, saranno colpiti duramente dal riscaldamento globale. È quanto sostiene una ricerca dell’università di Melbourne, pubblicata sulla rivista “Geophysical Research Letters”, che ha esaminato i probabili impatti del cambiamento climatico sugli Stati ricchi e su quelli più poveri, nel caso di un riscaldamento di 1,5 gradi rispetto all’epoca pre-industriale, l’obiettivo più ambizioso dell’Accordo di Parigi.

Lo studio mostra che i Paesi temperati, con in cima la Gran Bretagna, sono colpiti molto meno dal riscaldamento rispetto a quelli tropicali come Indonesia e Repubblica democratica del Congo, anche se queste nazioni contribuiscono poco alle emissioni di gas serra. “I Tropici tendono a essere le regioni più povere nel mondo e ciò significa che non hanno la capacità di adattarsi, anche se sono danneggiate di più dal cambiamento climatico – si legge nella ricerca – Sembra chiaramente ingiusto, date le emissioni dei Paesi sviluppati. I Paesi tropicali sono quelli che non hanno beneficiato dell’industrializzazione, e il loro sviluppo economico potrà essere ostacolato in futuro da cambiamenti del clima più marcati di quelli che subiranno i Paesi più ricchi”.

Un mondo più caldo porta anche al sollevamento dei livelli del mare, tempeste più potenti e precipitazioni più pesanti. L’atmosfera potrà trattenere circa il 7% in più di umidità per ogni grado di riscaldamento. “Questi cambiamenti probabilmente avranno un effetto cumulativo e le nazioni più povere saranno più colpite di quelle più ricche”, conclude lo studio.

Redazionehttps://www.lanuovaecologia.it
Nata nel 1979. è la voce storica dell'informazione ambientale in Italia. Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia

Articoli correlati

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

Giornata mondiale degli uccelli migratori, tanti esemplari a rischio

Ricorre l'8 maggio ed è stata creata per sensibilizzare alla tutela della biodiversità e degli habitat in cui l'avifauna vive. Un fine settimana pieno di iniziative

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Seguici sui nostri Social

16,978FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

In Sicilia, il crollo della Grotta delle piscine a Realmonte non sarà l’ultimo

Il dissesto idrogeologico rientra in fenomeni naturali che interessano certe tipologie di coste. Legambiente Sicilia: "In un immediato futuro, in particolare per l’innalzamento del livello marino avremo sempre di più a che fare con questi eventi"

“Bella presenza”: la comunità che educa

Si chiama così il progetto per il contrasto della povertà educativa minorile, in Campania, Piemonte e Toscana. L'appuntamento è online il 26 maggio alle 18

Sex and the cancer, contro ogni tabù

C’è un aspetto nella diagnosi di cancro di cui ancora troppo poco si parla: come cambia la sessualità con e dopo il tumore. Appuntamento all’11 maggio con un convegno sul tema

L’87% dei cittadini di Roma e Milano chiede più spazi verdi

È quanto emerge dai dati italiani del sondaggio europeo YouGov, commissionata dal movimento europeo Clean Cities di cui fanno parte Legambiente e Kyoto Club. Firma la petizione per una mobilità a zero emissioni

Dal 2 all’8 maggio la Settimana internazionale sulla consapevolezza del compost

Obiettivo dell'iniziativa, che si conclude l'8 maggio, è creare consapevolezza sui vantaggi dell'uso del compost e del recupero valorizzato di sostanze organiche per la società civile, il suolo e l'ambiente. Anche quest'anno tra i promotori c'è il Consorzio italiano compostatori
Ridimensiona font
Contrasto